BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Carcasse d’auto e non solo, Belotti al prefetto: “Valuti un’ispezione sui fondali del lago Iseo”

Il deputato leghista: "Possono sono esservi risposte e indizi legati a persone scomparse, episodi di criminalità e semplici incidenti stradali"

Dopo il ritrovamento di un’auto con cadavere al largo di Tavernola, nelle acque del lago d’Iseo, il deputato Daniele Belotti (Lega) ha inoltrato al prefetto di Bergamo, Elisabetta Margiacchi, la richiesta di valutare un’ispezione sui fondali del lago per verificare la presenza di altre carcasse d’auto.

Bergamonews, soltanto pochi giorni fa, aveva pubblicato un articolo con i video di alcuni sommozzatori che in passato hanno esplorato i fondali del lago, trovando appunto vecchie auto (alcune risultate rubate) e non solo: biciclette, motorini, furgoni, relitti militari e carcasse di animali.

“Il caso del cadavere ritrovato in un auto da 15 anni sui fondali del lago d’Iseo a Tavernola ha svelato la presenza di un vero e proprio cimitero di automezzi – scrive Belotti nella sua lettera al prefetto -. Una presenza nota agli appassionati di immersioni, ma che non è mai stata verificata e ‘censita’ da parte delle autorità di polizia”.

Secondo Belotti “in queste auto possono sono esservi risposte e indizi legati a persone scomparse, episodi di criminalità e semplici incidenti stradali”.

Il deputato cita poi i dati del Commissario straordinario del Governo per uomini e donne che non hanno più dato notizie di sé: “dal 1974 a oggi i bergamaschi scomparsi e di cui non si ha più avuto traccia sono circa duecento” e “tra le persone scomparse nel nulla, anche in tempi recenti, alcune risiedevano tra il basso e l’alto Sebino come Fabrizio Garatti, di Pisogne, sparito dal 26 maggio 2016, e Franco Fiorini, muratore 45enne di Sarnico di cui si sono perse le tracce dal 13 febbraio 2016″.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.