BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Assistenza disabili, nuova gestione dopo i guai della coop: dipendenti riassunti

Il precendente appaltatore commissariato per vicissitudini giudiziarie. Il sindaco Vivi: "Chiusa una vicenda difficile"

Con l’inizio del nuovo anno scolastico cala il sipario sulla delicata vicenda della cooperativa Alba a Sorisole per l’assistenza scolastica di trenta ragazzi disabili, compreso il loro trasporto a scuola. Il servizio è stato assegnato alla cooperativa Lavorare Insieme di Almè: una delle due realtà che hanno partecipato al bando indetto dal Comune (guarda qui).

IL CASO

La cooperativa Alba era finita nella bufera lo scorso inverno, dopo un’inchiesta delle procure di Gela e Catania sulla presunta malagestione di alcuni centri profughi in Sicilia. Dodici gli arresti e 8 le associazioni nel mirino, tra queste la Cooperativa Alba (consorziata della Progetto Vita Onlus) che negli anni si era aggiudicata diversi appalti nella Bassa e nell’hinterland bergamasco. La cooperativa, messa preventivamente sotto sequestro, è stata affidata ad un amministratore giudiziario.

A farne le spese erano stati soprattutto i 18 dipendenti che ad aprile avevano aperto lo stato di agitazione: per mesi avevano continuato a garantire il servizio, nonostante lamentassero il mancato pagamento degli stipendi. La loro situazione, seguita con attezione da Giuliana Rota della Fp-Cgil Bergamo, si è risolta per il meglio e come previsto dalla normativa saranno riassunti, alle medesime condizioni contrattuali, fa sapere il sindacato.

“Una vicenda complicata – la definisce a sua volta il sindaco di Sorisole, Stefano Vivi – iniziata lo scorso anno con il commissariamento del precedente appaltatore, ma che comunque non ha determinato problemi nel servizio – ci tiene a sottolineare -. Grazie all’ottimo lavoro del settore ‘Servizi alla Persona’ del Comune e grazie alla disponibilità dei lavoratori, tutto è stato ricondotto sulla strada giusta”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.