BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Lo “Sbarazzo” piace: 35 mila persone e riaccende il centro

Si conferma un successo l'iniziativa aperta ai commercianti che vogliono proprorre ai clienti articoli a prezzi vantaggiosi

Trentacinque mile persone di passaggio sul Sentierone, per la gioia dei commercianti. Si conferma un successo lo “Sbarazzo”, giunto quest’anno alla seconda edizione.

Organizzato dall’associazione “Bergamo InCentro”, con la collaborazione del Distretto urbano del commercio e del Comune di Bergamo, ha visto allestiti sul Sentierone 90 stand, con occasione per tutti i gusti (e tutte le tasche): tra articoli rimasti in magazzino, stock del passato, articoli invenduti e ultimi capi dei saldi.

Un modo di “sbarazzarsi” – appunto – di tutto questo. Un modo, soprattutto, per dare visibilità alle attività commerciali, in particolare quelli delle vie meno frequentate.

“C’è chi vorrebbe più spesso eventi come questo? Capisco, ma la forza e il senso di un evento come questo è proprio nella sua temporalità – spiega Nicola Viscardi, presidente del Distretto Urbano del commercio -. I saldi non spostano piu l’asse delle vendite come in passato, ecco perché collocare questo genere di evento a fine saldi è corretto. I commercianti che hanno saputo interpretare al meglio quest’occasione hanno ottenuto ottimi risultati”.

Del resto, hanno promesso ribassi da record. Per quanto riguarda l’abbigliamento si è arrivati anche all’80 per cento, ma le merci in vendita sono le più svariate: dalla pelletteria alle scarpe, dall’ottica ai profumi, dai bijoux ai fiori. E anche sui social l’evento ha fatto il pieno, con oltre 10 mila persone interessate. Circa in terzo di quelle che alla fine hanno presenziato.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.