BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Variante di Zogno, si riparte: giovedì la firma tra Infrastrutture Lombarde e Collini

Dopo questo ultimo passaggio formale, l’impresa di Trento potrà iniziare i lavori di completamento. Conclusione dei lavori prevista entro la fine del 2020.

“Dopo l’assegnazione dei lavori ed essendo trascorso senza ricorsi il periodo previsto dalla legge (35 giorni), giovedì 12 settembre verrà firmato il contratto tra Infrastrutture Lombarde e Collini Lavori Spa per il completamento dei lavori della variante stradale di Zogno”.

Dopo l’aggiudicazione in via definitiva dei lavori dello scorso 16 luglio, sabato 7 settembre Giuliano Ghisalberti, vicesindaco di Zogno e assessore ai lavori pubblici, ha comunicato la data ufficiale della firma dell’accordo tra Infrastrutture Lombarde e la Collini Spa di Trento, impresa alla quale sono stati affidati i lavori di completamento della Variante di Zogno.

Contratto che prevede appunto l’assegnazione dei lavori alla Collini Lavori spa (come mandataria), alla ICG srl di Mantova e a Grisenti srl di Trento, con un importo, al netto del ribasso offerto pari al 10,13%, di 21 milioni 914mila 670euro, con oneri per 585mila 412 euro.
Riprendono quindi i lavori della Variante (di circa 4,3 km) all’ex strada statale 470, deviante all’abitato di Zogno, che dalla località Grotte delle Meraviglie arriva alla località Madonna del Lavello (nella frazione di Ambria), con due tratti a cielo aperto di 2mila 180 metri e due gallerie naturali (la galleria Inzogno di 654 metri e la galleria Monte di Zogno di 2 km e 200 metri).

Lavori fermi dal 2014, quando l’impresa Itinera di Tortona, che aveva vinto l’intero appalto, ha abbandonato il cantiere a causa dei fondi insufficienti per portare a termine l’opera, dopo le modifiche al progetto dovute a complicazioni di natura geologica.

Per portare a termine i lavori sono previsti 362 giorni (naturali e consecutivi), dalla data del verbale di consegna. In ogni caso, le tempistiche per la ripresa effettiva dei lavori e per la loro conclusione verranno definite meglio subito dopo la firma del contratto.

Lavori per il completamento della Variante che, a meno di ulteriori intoppi, dovrebbero essere portati a termine entro la fine del 2020.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.