BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Conte Bis, il nuovo governo dei 5 Stelle farà dell’Italia un resort?

L’Italia con questa nuova, incredibile e inaspettata squadra di Governo andrà alle Stelle o alle Stalle?

Un’estate in vacanza sì, ma piena di colpi di scena, tra Salvini che sfiducia Conte, l’alba della crisi che sovrasta il nostro governo, lo spread che sfreccia in direzione “seconda stella a destra”, Conte che in Parlamento sgrida Salvini e lui che si riprende la scena in modo silenzioso con mille sguardi ed espressioni sotto la serenità di Di Maio.

Da qui una nuova tensione data dall’incognita del futuro, mentre il PD fa gli occhi languidi ai 5 stelle, sotto lo sguardo preoccupato di Salvini che tenta di riprendersi ormai il suo ex partner, disposto a scendere a compromessi. Colpo di scena con Salvini che ritira poi la sfiducia a Conte, mentre Di Maio è deciso ad allontanarsi dalla sua ex relazione, troncata in maniera così inaspettata e fra un comizio e l’altro si vede lentamente sorgere dalle ceneri un nuovo possibile governo, stavolta giallo e rosso, guidato nuovamente da Conte che, a sua volta, è riapparso dopo la ramanzina fatta ai suoi due bracci destri.

Ed eccoci qui, tutti insieme ansiosi per la scoperta questo nuovo governo, con vecchie e nuove conoscenze, come bimbi desiderosi di scoprire il seguito di un cartone: stesso regista (Conte), ma personaggi nuovi. Sarà un successo oppure una nuova (ennesima) delusione? Lo scopriremo in futuro, magari fra 14 mesi dopo qualche scandalo con la Russia o qualche votazione sulla piattaforma Rousseau, nel frattempo possiamo vedere qualche ministro nominato da Conte, orgoglioso come un padre che presenta i suoi figli.

Tanti nomi, alcune scoperte più o meno nuove, sette donne su 21 ministri e alcune scelte forse discutibili. Il sorriso non può non spuntare quando leggiamo che il nuovo Ministro della Salute sarà niente meno che Roberto Speranza (e sì, forse abbiamo davvero bisogno di speranza), e in Italia il settore sanitario ha davvero bisogno di una spinta, considerando soprattutto che nei prossimi anni saranno migliaia i medici che mancheranno nei nostri ospedali. Se la speranza è tanta, forse le conoscenze del ministro in tale settore sono un po’ meno considerando che è laureato in scienze politiche.

Nulla da dire sulla sua laurea alla Luiss ovviamente, forse però, da giovane cittadina italiana con un futuro di fronte a sé, avrei preferito che come Ministro della Salute ci fosse qualcuno di veramente informato riguardo agli ospedali, alla salute, alle esigenze di personale medico e pazienti. Non so, forse è assurdo pensarlo, ma un medico o un dirigente di qualche ospedale rinominato a livello nazionale non mi sembrava un’idea così assurda.

Anche la Signora Elena Bonetti, Ministro delle pari opportunità e della famiglia, mi ha veramente sorpreso, non tanto perché sia una donna, madre e moglie in carriera, quanto perché evidentemente ha lavorato una vita a contatto coi numeri: professoressa associata all’Università di Milano di analisi matematica oltre ad un dottorato di ricerca sempre in matematica.
Curriculum eccellente senza dubbio, forse però stona un po’ con le problematiche delle famiglie?

Anche Paola De Micheli mi ha sorpreso, laureata in scienze politiche, esperienze in politica col governo Renzi e Gentiloni, per essere ora presidente della Lega Pallavolo Serie A, ed il suo ministero non è altro quello delle Infrastrutture. Non discuto il curriculum di nessuno, le basi di un ministero sono, a mio modo di vedere, radicate nelle conoscenze e nell’esperienza di una persona. Partendo da ciò credo che una laurea in scienze politiche non sia la base giusta da cui far partire il proprio lavoro alle infrastrutture e probabilmente un ingegnere potrebbe concordare con me. Il tempo rivelerà ogni cosa, fiduciosi che il nuovo governo di Conte si possa rivelare come la più grande scoperta del 2019, seguita chiaramente della prima foto di un buco nero che ha fatto tanto parlare.

L’Italia con questa nuova, incredibile e inaspettata squadra di Governo andrà alle Stelle o alle Stalle?

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.