BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Giallo del cadavere nel lago d’Iseo: giovedì il recupero dell’auto

Per estrarre la Ford Fiesta di Rosario Tilotta ci saranno carabinieri e sommozzatori della Marina Militare di La Spezia

Dovrebbe essere estratta giovedì mattina la Ford Fiesta di Rosario Tilotta inabissata a ottanta metri di profondità nel lago d’Iseo con all’interno un cadavere. Il condizionale è d’obbligo, visto che il buon esito dell’operazione dipenderà dalle condizioni climatiche, che già lunedì avevano impedito il recupero.

A Tavernola Bergamasca, zona in cui due sub nei giorni scorsi hanno notato la vettura, saranno presenti i carabinieri del comando provinciale di Bergamo coordinati dal colonnello Paolo Storoni, i sommozzatori della Marina Militare di La Spezia, oltre a due motovedette della Capitaneria di porto di Sarnico e dei carabinieri in congedo di Iseo che presidieranno le acque del lago durante l’intervento, che inizierà la mattina e dovrebbe protrarsi per l’intera giornata.

La zona sarà recintata per impedire che curiosi si avvicinino e possano ostacolare il lavoro delle forze dell’ordine.

Rosario Tilotta, nato in Tunisia ma con origini siciliane, incensurato, oggi avrebbe 72 anni. Risulta scomparso dal 2004, quando a denunciarne l’irreperibilità fu la moglie, Elva Kurti, albanese che oggi di anni ne ha 44 e che con lui si era trasferita a Scanzorosciate. Non è chiaro se il cadavere sia quello dell’uomo, anche se tutti gli elementi fanno propendere per questa ipotesi.

Mercoledì Kurti, che risultava introvabile anche in Albania, ha contattato i carabinieri di Bergamo e si è detta pronta a spiegare come sono andate le cose quindici anni fa.

Al momento restano aperte tutte le ipotesi, dall’incidente all’omicidio, fino al suicidio. Il pubblico ministero Giancarlo Mancusi ha aperto un fascicolo modello 45, ossia senza ipotesi di reato e indagati. Si tratta solo di un’indagine esplorativa, per ora.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.