I numeri

Orio, record ad agosto e nel 2019: Alitalia e British Airways ciliegine sull’estate fotogallery video

Oltre un milione e 384mila persone trasportate, 9,2 milioni da inizio anno: il vettore italiano sorpreso dall’apprezzamento degli utenti, quello britannico è tornato a volare dall’1 settembre.

Un agosto da record, annunciato: l’aeroporto di Orio al Serio alza ancora l’asticella e ritocca il primato di numero di passeggeri in un singolo mese, arrivando a 1.384.721 persone trasportate.

Un aumento del 7,9% rispetto a un anno fa, che tradotto in numeri significa 100mila passeggeri in più ed è il risultato di un load factor (l’indice di riempimento dei voli ndr) ancora una volta in crescita su tutte le 135 destinazioni del newtwork estivo.

E dopo aver sfiorato i 13 milioni lo scorso anno, lo scalo bergamasco nel 2019 si proietterà sui 13,5: da gennaio ad agosto hanno già viaggiato dal Caravaggio ben 9,2 milioni di persone (+5,6% rispetto allo stesso periodo del 2018) e solo nei primi due mesi non ha sfondato quota un milione.

Inoltre sono state aggiunte 20 nuove destinazioni e cinque compagnie aeree, tra le quali due ritorni prestigiosi come Alitalia e British Airways.

Il vettore di bandiera, spinto a Bergamo dalla chiusura di Linate, ha compreso ben presto le potenzialità e l’apprezzamento di una rotta, la Orio al Serio-Roma Fiumicino, che il territorio chiedeva da tempo nonostante la solidità della concorrenza ferroviaria.

Dai quattro voli giornalieri previsti sino alla riapertura dello scalo milanese (cinque ad ottobre), ne continueranno ad esistere tre con biglietti già in vendita fino a luglio 2020.

La maggiore compagnia britannica, invece, ha inaugurato domenica 1 settembre la rotta con Londra Gatwick, operata con frequenza giornaliera escluso il sabato fino al 7 dicembre, quando si aggiungerà anche il settimo collegamento.

Una porta di accesso importantissima per il sud dell’Inghilterra ma anche un hub strategico per chi vuole raggiungere mete intercontinentali, alcune in esclusiva: “Non credo che ‘ruberà’ utenti al collegamento con Stansted operato da Ryanair – ha sottolineato Giacomo Cattaneo, direttore commerciale aviation di Sacbo – Sarà clientela aggiuntiva, perchè servono aree differenti, con un’importante quota leisure e una interessante componente transiti”.

Orari e frequenza dei voli consentono una buona organizzazione, dai viaggi di piacere nel weekend a quelli business il lunedì mattina.

Grande attenzione ai transiti la stanno dimostrando anche i passeggeri di Alitalia diretti sullo scalo romano: ad oggi la rotta è stata scelta da 7.600 passeggeri, il 79% dei quali era poi in prosecuzione su altre destinazioni.

La sorpresa, ma fino a un certo punto, è stata notare nelle prime cinque posizioni Catania, Trapani e Reggio Calabria, mete già ben servite con voli diretti da Orio: “Ha contato tanto il riempimento dei voli già esistenti– ha aggiunto Cattaneo – L’arrivo di Alitalia ha aperto nuovi sbocchi e opportunità per chi era diretto al Sud e contestualmente ha giocato un ruolo rilevante la chiusura di Linate”.

Tra le città del Meridione, tanto Sud America: Buenos Aires, San Paolo, Rio de Janeiro e Santiago del Cile.

Sui risultati della stagione estiva, Sacbo si dice pienamente soddisfatta: “Se erano risultati previsti? Onestamente sì, avevamo ben chiaro cosa sarebbe accaduto – ammette il direttore generale Emilio BellingardiFelici di aver stupito di Alitalia, che da soluzione tampone per tre mesi si è trasformata in collegamento fisso e comodo per il nostro bacino di utenza. All’inizio guardavamo con un po’ di timore a questo periodo ma abbiamo gestito la situazione con grande professionalità. Nonostante la mole di lavoro maggiore, con un aumento anche del numero di passeggeri a ridotta mobilità dell’11%, abbiamo migliorato la puntualità dei voli in partenza al 70,5% e l’accessibilità allo scalo e diminuito i tempi di attesa ai controlli”.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI