Quantcast
Giovani ubriachi e liti durante la notte: questore fa chiudere il Cubo Cafè - BergamoNews
Bergamo

Giovani ubriachi e liti durante la notte: questore fa chiudere il Cubo Cafè

Il provvedimento è scattato dopo un controllo nella tarda serata di venerdì 30 agosto e diverse segnalazioni

Un altro locale serale è finito nel mirino del questore di Bergamo. Il capo di via Noli Maurizio Auriemma ha disposto la chiusura per trenta giorni del Cubo Cafè di via Oprandi a Bergamo, nel fine settimana molto frequentato da ragazzi.

Il provvedimento è scattato dopo un controllo effettuato nella tarda serata di venerdì 30 agosto. Il blitz aveva dato esito negativo e non erano state riscontrare irregolarità, ma nel corso della notte e a seguito di numerose chiamate, le volanti della Polizia di Stato sono intervenute, in più occasioni, nello stesso esercizio pubblico per segnalazione di liti e aggressioni.

In uno di questi interventi, realizzato da tre volanti, iniziato verso le tre e protrattosi per circa un’ora, oltre alla presenza di numerosi giovani in stato di alterazione da abuso di bevande alcoliche, sono state riscontrate infrazioni in materia di somministrazione di alcolici oltre l’orario consentito e la prosecuzione dell’evento organizzato dal locale ben oltre le 3,30, in violazione delle prescrizioni imposte dall’autorizzazione del Comune di Bergamo.

leggi anche
Generico agosto 2019
Bergamo
La Questura blocca la serata al Cubo Cafè: “Non autorizzata”

Dal momento che in passato al Cubo Cafè si erano verificati altri episodi simili, sfociati nel ferimento di alcuni clienti e dopo numerose segnalazioni da parte di cittadini dei comuni limitrofi per disturbo della quiete pubblica, il questore ha provveduto ad applicare quanto previsto dall’articolo 100 del T.u.l.p.s. (Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza) disponendo con specifico provvedimento la chiusura del locale per un periodo di trenta giorni.

Sempre nel corso della notte tra venerdì e sabato, sono state effettuate verifiche sulla regolarità amministrativa in sette esercizi pubblici cittadini. Nel corso dei controlli nel locale denominato “La Valle dei Re”, nei pressi della stazione, sono stati rintracciati due soggetti albanesi su uno dei quali pendeva un ordine di carcerazione, emesso dalla Procura della Repubblica di Bergamo, mentre al secondo sono stati notificati dei provvedimenti giudiziari.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
Più informazioni
leggi anche
viscardi locali chiusi
L'intervento
“Locali chiusi? Scorretto criminalizzare chi ci lavora ma le regole vanno rispettate”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI