BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

PalaFacchetti, via alla fase due dei lavori per rimediare ai danni del maltempo

Gli operai si concentreranno sulla messa in posa della guaina, a cui seguiranno le opere di sistemazione del parquet e della nuova copertura in lamiera.

Più informazioni su

I lavori di sistemazione del PalaFacchetti sono giunti alla seconda fase, con le lamiere danneggiate che sono state totalmente rimosse per lasciar spazio alla nuova copertura.

A spiegarlo è il sindaco di Treviglio Juri Imeri che a margine di una riunione di Giunta in cui sono state approvate anche alcune varianti di spesa, ha parlato di quelle che sono le iniziative in corso per riportare a nuova luce il palazzetto trevigliese, pesantemente danneggiato dal maltempo delle ultime settimane.

“Già da oggi (mercoledì 28 agosto ndr) gli operai stanno lavorando dall’interno e dall’esterno del tetto del PalaFacchetti – ha sottolineato il sindaco – siamo ormai arrivati alla seconda fase delle operazioni. La ditta incaricata ha terminato le operazioni di messa in sicurezza, portando via tutte le lamiere, ripulendo il tutto. Ora si passa alla fase successiva”.

lavori al palafacchetti

Il nuovo step di lavori si concentrerà ora sulla messa in posa della guaina, a cui seguiranno le opere di sistemazione del parquet e della nuova copertura in lamiera che verranno approvate durante la riunione di giunta di settimana prossima: “L’impresa Tadini ha avviato i lavori per la posa della nuova guaina, effettuando anche alcune verifiche legate alla sicurezza. Nella prossima riunione di giunta invece andremo ad approvare i progetti legati al parquet e alla copertura della guaina, che sarà diversa rispetto a quella precedente, in modo da evitare in futuro fenomeni come quelli che si sono verificati. Siamo perfettamente in linea per riuscire a terminare i lavori come previsto per metà novembre. Non stiamo perdendo nemmeno un giorno”.

lavori al palafacchetti

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.