BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Romano, la chiesa di San Rocco salva grazie ai proventi dell’associazione foto

Negli anni sono stati raccolti oltre 50 mila euro, utilizzati per salvare lo storico edificio religioso realizzato nel 1600

Una buona notizia per tutti i cittadini di Romano di Lombardia: la Chiesa di San Rocco ai Cappuccini e i suoi affreschi sono salvi. Grazie al comitato della Festa di San Rocco, annuale sagra che si tiene nel mese di agosto, negli anni sono stati raccolti oltre 50 mila euro che sono ora stati ora utilizzati per salvare lo storico edificio religioso realizzato nel 1600, che presentava diverse problematiche strutturali legate allo scorrere del tempo.

“A metà anni ’80 gli agricoltori della zona avevano preso l’usanza di seminare il campo attiguo alla Chiesa di San Rocco per poi donare i proventi della semina alla curia – spiega Filippo Alimonti, rappresentante del comitato della festa di San Rocco -. Visto lo stato in cui si trovava la vicina chiesa hanno pensato di destinare questi fondi per il suo ripristino”.

Un primo intervento molto significativo è stato effettuato nei primi anni 90, “anni in cui si è deciso di dar vita alla sagra di San Rocco per raccogliere ulteriori fondi. Una sagra che si è trasformata in una una tradizione ormai trentennale della nostra città”.

Chiesa san Rocco

Grazie ai soldi accumulati sono stati realizzati importanti opere che hanno interessato principalmente il tetto, pesantemente ammalorato. Così si è potuto ripristinare anche gli affreschi presenti all’interno tra cui una prestigiosa danza macabra – un “Memento mori” – una particolare tipologia di dipinti che punta a raffigurare scene in cui sono presenti scheletri tipici del periodo della peste.

“Ciò che noi, come associazione, ricaviamo dalle feste annuali viene donato, tramite la parrocchia, per la sistemazione di questo edificio – ha raccontato Alimonti -. Quest’anno, poi, l’esigenza è stata colmata con il rifacimento del tetto che aveva delle infiltrazioni che avevano compromesso anche gli affreschi presenti, restaurati e di cui si è scoperto l’attribuzione. Il vero problema era proprio che gli affreschi si stavano danneggiando, rischiando di perderli. Non solo la Danza macabra, ma anche alcune statue in gesso di grande interesse storico e il cornicione esterno di pregevole fattura”.

Il grosso dei lavori è terminato, ma il comitato ha già segnato sul taccuino i prossimi interventi da realizzare: “La parte esterna, quella più ammalorata, è stata finalmente sistemata – ha concluso Alimonti – ci sono alcuni locali interni che hanno ancora bisogno di essere sistemati. Speriamo di completarli col tempo”.

Chiesa san Rocco

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.