BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“2 Giorni” di Vertova, la firma bergamasca di Sergio Meris nell’ultima prova

Terza vittoria della stagione per il 18enne bergamasco di Gorle, la più importante della sua carriera

Meno di ventiquattro ore dopo la vittoria di Tomas Trainini nella prima prova, Vertova è ancora terra di conquista per il Team LVF. Sergio Meris ha vinto per distacco il 49° Trofeo Emilio Paganessi, seconda e conclusiva prova della 2 Giorni Ciclistica Internazionale Juniores di Vertova.

Terza vittoria della stagione per il 18enne bergamasco di Gorle, la più importante della sua carriera, bravissimo a staccare tutti gli avversari nel finale. Secondo posto per il danese Frederik Wandahl (Team Roskilde Carl-Ras NPV), terzo il campione tedesco Marco Brenner (Team Auto Eder Bayern), quarto il tricolore Gianmarco Garofoli (Team LVF), poi Alessio Martinelli (Team Giorgi) ed il campione europeo a cronometro Andrea Piccolo (Team LVF) a nobilitare ulteriormente un ordine d’arrivo di assoluto prestigio (foto Diego Zanetti).

Il danese Frederik Wandahl (Team Roskilde Carl-Ras NPV) ha indossato la maglia ciclamino di leader della classifica combinata a punti della 2 Giorni di Vertova.

Alla manifestazione organizzata dall’Uc San Marco Vertova è presente il meglio della categoria Juniores a livello internazionale, con 32 formazioni che si schiereranno alla partenza: 17 italiane e 15 straniere. Spettatore interessato anche il CT della Nazionale italiana Juniores Rino De Candido.

La corsa entra nel vivo al secondo dei giri finali quando restano a condurre la corsa Linus Rosner (Team Auto Eder Bayern), Vagard Stokke (Norvegia), Kasper Andersen (Roskilde), Lorenzo Pollicini (Canturino) – già protagonisti di un gruppetto più corposo andato all’attacco in precedenza – ai quali si aggiungono Marco Brenner (Team Auto Eder Bayern), Andrea Piccolo, Gianmarco Garofoli e Sergio Meris (Team LVF), Alessio Martinelli (Team Giorgi), Frederik Wahndahl (Roskilde), Michel Hessmann (Germania) e Alessandro Baroni (GB Junior Team).

Nel corso del quarto giro, sul Gpm di Casnigo, Piccolo forza il ritmo e davanti restano in nove a condurre la corsa. Col milanese ci sono i compagni Garofoli e Meris – quindi il Team LVF ha la superiorità numerica –, poi Martinelli, Brenner, Wandahl, Hessmann e Baroni. Alle loro spalle inseguono in sette a 39″, mentre il gruppo è segnalato a 1’50”.

Ulteriore selezione sulla testa della corsa e restano in sei a condurre all’ultimo giro: Piccolo, Garofoli, Meris, Wandahl, Brenner e Martinelli. Riescono poco dopo a recuperare anche Stokke ed Hessmann. Nel finale arriva la stoccata decisiva di Sergio Meris che guadagna subito una manciata di metri, dietro è protetto dai due compagni di squadra, e per lui è fatta. Può scrivere il suo nome in un albo d’oro già prestigiosissimo.

ORDINE D’ARRIVO:
Iscritti: 160, Partiti: 156 Arrivati: 64
1. Sergio Meris (Team LVF) km 134 in 3h14’25” media 41,354 km/h
2. Frederik Wandahl (Team Roskilde Carl-Ras NPV) a 5”
3. Marco Brenner (Team Auto Eder Bayern)
4. Gianmarco Garofoli (Team LVF)
5. Alessio Martinelli (Team Giorgi)
6. Andrea Piccolo (Team LVF)
7. Michel Hessmann (Germania) a 10”
8. Vegard Stokke (Norvegia) a 18”
9. Alessandro Baroni (GB Junior Team) a 44”
10. Georg Steinhauser (Germania) a 1’44”

MAGLIE ASSEGNATE:
Maglia Ciclamino (Punti): Frederik Wandhal (Team Roskilde Carl-Ras NPV)
Maglia Verde (GPM): Andrea Piccolo (Team LVF)
Maglia Bianca (Giovani): Marco Brenner (Team Auto Eder Bayern)
Maglia Blu (Traguardo Volante): Lorenzo Pollicini (Canturino 1902)
Maglia Gialla (Miglior corridore lombardo): Sergio Meris (Team LVF)

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.