BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Automha

Informazione Pubblicitaria

Automha: tre magazzini all’avanguardia per la nuova sede di “Duka”

L'azienda bergamasca leader mondiale nella logistica ha progettato e allestito tre magazzini automatici, ognuno dei quali è dedicato a uno specifico reparto.

“Duka”, eccellenza della cabina doccia made in Italy, si è affidata ad “Automha” per la realizzazione dei nuovi magazzini all’avanguardia della sua nuova sede. La collaborazione, nata nell’ottica dell’industria 4.0, è scaturita in occasione della costruzione di questo headquarter, uno dei più sorprendenti nel mondo del design architettonico e tecnologico italiano.

L’azienda bergamasca leader mondiale nella logistica ha progettato e allestito tre magazzini automatici, ognuno dei quali è dedicato a uno specifico reparto. La loro dotazione tecnologica comprende Miniload, Trasloelevatori, Agv e robot antropomorfi, il tutto gestito dal software AWM gestionale anch’esso fornito da Automha. Complessivamente l’installazione è durata due anni e permetterà a Duka di lavorare in efficienza completa, ottimizzando i flussi e incrementando le spedizioni giornaliere. Il fondatore di “Duka”, Hans Krapf evidenzia: “Teniamo a sottolineare che abbiamo fatto tutto, trasloco dei macchinari compreso, senza mai fermare la produzione. Un traguardo importante, se consideriamo che ogni giorno consegniamo oltre 100 pallet carichi di merce. La nuova sede è il giusto fiore all’occhiello di Duka, il risultato dell’impegno di tutti i lavoratori che ogni giorno ne rendono il successo possibile e l’evoluzione continua”.

Soddisfatto per il lavoro svolto e la sinergia con questa realtà, il fondatore di Automha, Franco Togni afferma: “Abbiamo accolto a braccia aperte la sfida che Duka ci aveva proposto, sia dal punto di vista tecnologico sia di tempistiche: siamo riusciti a soddisfare le aspettative del Cliente e grazie al supporto di tutto il nostro team tecnico e ingegneristico abbiamo studiato, prodotto, installato e collaudato un grande e complesso sistema automatico unico nel suo genere e con performance molto elevate”.

“Duka” ha costruito la nuova sede in concomitanza con un anniversario speciale, il 40esimo di fondazione i cui festeggiamenti prenderanno il via venerdì 23 agosto alle 9.30.

Tutto è nato dalla necessità fisica di riunire sotto un unico tetto i cinque dipartimenti aziendali, ma il progetto è cresciuto sempre di più e oggi, su quello che era uno dei cantieri più grandi del nord Italia, si erge un’architettura imponente e scenografica impossibile da ignorare quando si passa per Bressanone, in Alto Adige, che si viaggi in macchina oppure in treno. Krapf spiega: “La prima pietra è stata posata nel gennaio 2017 alla presenza delle istituzioni: siamo molto legati al nostro territorio, per questo abbiamo escluso a priori l’idea di trasferirci altrove. All’Italia e all’Alto Adige dobbiamo moltissimo”.

L’edificio, è un colosso di circa 20 metri d’altezza per 200 di lunghezza che ben s’integra nel profilo del fondovalle, ed è caratterizzato da un aspetto compatto, pulito e rigoroso, specchio dell’identità aziendale. La sua immagine è smorzata solo da una grande scalinata frontale, che invita i visitatori a compiere un simbolico viaggio all’interno del mondo Duka.

La sede, casa di oltre 250 dipendenti, è pioneristica e innovativa, con ambienti organizzati, luminosi e spaziosi che invitano al dialogo e allo scambio non solo professionale, ma anche umano. Dal punto di vista delle tecnologie, invece, è notevole l’ingegneristica degli impianti elettrici, di riscaldamento e di ventilazione, così come di quelli energetici. Gli spazi ruotano attorno alla filosofia 4.0, che vede collaborare software, macchine e uomo. Non solo dati processati, analizzati e archiviati in digitale, per una consultazione più rapida e un lavoro ancor più preciso, ma anche veri e propri macchinari in grado di alleggerire e snellire il lavoro dell’uomo, spostando minuterie, sollevando pesi, e aiutando nel continuo controllo della qualità e nell’organizzazione del lavoro.

Il nuovo quartier generale di Duka si contraddistingue anche per i numeri, che recitano: 191,5 m di lunghezza (come 3 airbus), 19,5 m di altezza (compreso il sotterraneo, è come l’Arco della Pace), 50mila mq di superficie utile (come 200mila persone in piedi), 9.500 mq di rivestimenti delle facciate (come un campo di calcio), 150mila tonnellate di peso (come 3 Titanic) e 331 km di tubature per il riscaldamento e di cavi elettrici (come Milano – Bressanone). Ancora, 42mila m3 di calcestruzzo (4.000 betoniere), 5.050 mq di superficie vetrata (come 152 villette monofamiliari), 4.800 tonnellate di acciaio (come metà Tour Eiffel), 4 miniload modello Booster da 350m/min, 3 trasloelevatori modello Falcon da 360m/min, 1 Robot Antropomorfo e 13 AGV automatici.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.