BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Gimondi, la figlia Norma: “Ci hai insegnato a non arrenderci mai e lo faremo anche noi”

"Hai sempre lottato, partendo a 22 anni da Sedrina e arrivando in giallo a Parigi. Ora riposa, questa tappa è finita. Sei il miglior papà che si possa avere"

Più informazioni su

“Papà mio … quanto dolore … ci hai amato immensamente e noi continueremo ad amarti immensamente. Continua a guardarmi così … per sempre, fino alla fine”. Sono le parole che la figlia di Felice Gimondi, Norma, ha pubblicato sul suo profilo Facebook a poche ore dalla morte del campione bergamasco.

Poche parole, piene di sofferenza ma intrise di rispetto e ammirazione per papà Felice, che proprio sulle ruote della sua bicicletta ha insegnato al mondo a non arrendersi mai, soprattutto durante le salite più difficili. Di un Giro d’Italia o della vita non fa differenza.

“Ci hai cresciuto come te: poche parole, azioni concrete – ha scritto in una lettera pubblicata sul Corriere della Sera -. Ci hai insegnato il rispetto per l’avversario e, soprattutto, a non arrenderci mai come faremo anche noi. Promettimi che da lassù continuerai a guardarci, a tenerci per mano, anzi, a ruota. Tu che hai lottato fin dall’inizio, partendo a 22 anni da Sedrina e arrivando in giallo a Parigi. Vorrei portarti sempre nel mio cuore con quella maglia gialla numero 123 perché tutto è iniziato lì. Ora riposa, questa tappa è finita. Sei il miglior papà che si possa avere. Ti amiamo sempre, fino alla fine”.

Alla Gazzetta dello Sport ha invece rivelato come lei, appassionatissima di ciclismo, pedalava spesso con il padre. “All’inizio era sempre lui davanti e io a ruota, facevo una faticaccia e poi mi staccavo, e lui si arrabbiava: ‘stai a ruota, altrimenti ti stacchi’. Da due anni le cose erano diverse, io davanti e lui dietro, ma quando andava in difficoltà cambiava rapporto senza fare rumore, per non far capire che stava facendo più fatica”.

(foto: Facebook)

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.