"A Gimondi sarà dedicato il Giro di Lombardia": partirà il 12 ottobre da Bergamo - BergamoNews
L'omaggio

“A Gimondi sarà dedicato il Giro di Lombardia”: partirà il 12 ottobre da Bergamo

Mauro Vegni, direttore della corsa rosa: "Non vedo una occasione migliore o più giusta per ricordarlo nella sua città e tra la sua gente"

Felice Gimondi se n’è andato in maniera imprevista e dolorosa, ma il mondo del ciclismo, in attesa di potergli dare l’ultimo saluto (martedì mattina si terranno i funerali nella sua Paladina) si sta già muovendo per rendere onore nel migliore dei modi ad uno dei sette atleti della storia in grado di vincere le tre corse a tappe più importanti: Tour de France, Giro d’Italia e Vuelta a Espana.

La prima iniziativa che è stata ufficializzata non può che commuovere, nel ricordo del grande campione nato 76 anni fa a Sedrina, ai piedi della Valle Brembana. “Gli sarà dedicato il Giro di Lombardia di sabato 12 ottobre – spiega Mauro Vegni, direttore della corsa rosa, alla Gazzetta dello Sport – che, nemmeno a farlo apposta, scatterà dalla sua Bergamo per concludersi a Como. Già l’anno scorso Felice aveva dato il via, quando aveva incontrato e abbracciato il campione del mondo Alejandro Valverde. Non vedo una occasione migliore o più giusta per ricordarlo nella sua città e tra la sua gente”.

Una competizione che Gimondi vinse due volte, nel 1966 e 1973. “Un campione popolarissimo, amato da generazioni di tifosi, ma sempre molto schivo – aggiunge Vegni -. Quando saliva sul palco e parlava della sua storia, invece, uscita un altro personaggio. La sua forza d’animo, anche la sua parte ironica e divertente. Sembrava burbero, ma aveva una grande umanità”.

leggi anche
  • Il ricordo
    Gimondi, la figlia Norma: “Ci hai insegnato a non arrenderci mai e lo faremo anche noi”
    Norma Gimondi
  • Il campione bergamasco
    Gimondi, l’ultimo abbraccio alla leggenda del ciclismo: martedì i funerali a Paladina
    savoldelli gimondi gotti
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it