BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Morte di Gimondi, Savoldelli: “Persona schietta e campione inarrivabile” fotogallery video

È scosso l'ex ciclista seriano nel commentare la notizia: "Quei due giorni insieme in Francia..."

“So che ultimamente aveva qualche problemino di salute, ma la notizia della sua morte è stato un fulmine a ciel sereno per me”. È scosso Paolo Savoldelli nel commentare la notizia del decesso di Felice Gimondi, scomparso venerdì 16 agosto all’età di 76 anni, vittima di un malore che l’ha colpito mentre era in mare in Sicilia.

L’ex ciclista seriano (nato a Clusone il 7 maggio del 1973) che vinse il Giro d’Italia nel 2002 e nel 2005, descrive con affetto l’ex campione dell’altra valle, Brembana, nato a Sedrina il 29 settembre del 1942: “L’ho saputo poco fa, non me l’aspettavo – le parole di Savoldelli – . Lo ricordo con grande affetto. Prima che un immenso campione era una persona schietta e dai grandi valori umani”.

Con il suo passato in bicicletta, Savoldelli sa bene quanto sia difficile vincere come ha fatto Gimondi, uno dei sette corridori ad aver trionfato in tutti e tre i grandi Giri: “Ha fatto grossi sacrifici e rinunce per arrivare dove è arrivato. Come lui ne nasce uno ogni dieci anni. Lascia un grande vuoto sportivo e umano”.

Savoldelli rammenta poi un’occasione in particolare in cui l’aveva incontrato: “Nell’estate 2009 eravamo insieme un paio di giorni in Francia, per il Tour che partiva da Monaco – racconta – . Faceva caldissimo. Una sera, durante una cena ufficiale con le autorità, uno dei corridori non si presentò come tutti noi in cravatta ma in pantaloncini e maglietta. Gimondi fece notare come avesse avuto un’ottima idea contro il caldo vestendosi in quel modo, fregandosene di tutto e di tutti”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.