BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Tragedia di Azzano, il pm insiste e ricorre: omicidio volontario

La pm Raffaella Latorraca è convinta che quella notte (tra il 3 e il 4 agosto) lungo la strada, ad Azzano Matteo Scapin abbia voluto uccidere i due giovani, Luca Carissimi e Matteo Ferrari.

La pm Raffaella Latorraca è convinta che quella notte (tra il 3 e il 4 agosto) lungo la strada, ad Azzano Matteo Scapin abbia voluto uccidere i due giovani, Luca Carissimi e Matteo Ferrari. È certa che si sia trattato dunque di omicidio volontario e non omicidio stradale aggravato dall’omissione di soccorso come invece ipotizza il gip Vito De Vita che ha concesso gli arresti domiciliari al 33enne che ha investito con la sua Mini la Vespa su cui viaggiavano i due ragazzi.

Per questo ha presentato appello al tribunale del Riesame.

Al centro dell’indagine parecchi punti oscuri, in primis la domanda su chi abbia distrutto il lunotto dell’auto su cui viaggiava Scapin quella notte, uscendo dal Setai dove era avvenuto il diverbio con Luca e Matteo. Gli interrogatori finirà non sembrano aver fatto luce su questo fatto, che resta centrale nell’inchiesta.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.