BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Mela Val Brembana, open day aspettando la sagra di ottobre

Sabato 17 agosto 2019 a Moio de’ Calvi, a partire dalle 16, l’Open Day dell’Associazione Frutticoltori Agricoltori Valle Brembana (AFAVB), che aprirà a tutti le porte del campo scuola “Arcobaleno delle Mele”

Una stagione partita con non poche preoccupazioni, che ora vive il momento topico allargando ai turisti competenze e sostenibilità.

È in programma sabato 17 agosto 2019 a Moio de’ Calvi, a partire dalle 16, l’Open Day dell’Associazione Frutticoltori Agricoltori Valle Brembana (AFAVB), che aprirà a tutti le porte del campo scuola “Arcobaleno delle Mele”, attivo dal 2012, e del Frutteto Ecologico, allestito, sempre a Moio, a pochi passi dalla chiesa parrocchiale.

Mele Moio de' Calvi

“Le premesse primaverili – spiega il presidente AFAVB Pinuccio Gianati – sono state particolarmente critiche, considerando le temperature rigide protrattesi sino a maggio e le grandinate che addirittura ad aprile hanno colpito i frutteti in fiore. I cambiamenti climatici sono una triste realtà e proprio per questo siamo convinti che l’impegno sostenibile portato avanti dai nostri soci in tutta la Val Brembana rappresenti un presidio importante e possa dare vita ad un modello di sviluppo virtuoso. Fra agosto e settembre vivremo la fase cruciale di maturazione e raccolta dei frutti. Siamo certi di poter offrire anche quest’anno una produzione di livello, che proporremo con orgoglio in occasione dell’annuale Sagra della Mela, già programmata per sabato 19 e domenica 20 ottobre”.

Mele Moio de' Calvi

In occasione dell’Open day di sabato 17 agosto i tecnici ed i soci AFAVB illustreranno le varie attività da svolgere nel frutteto e le tecniche di coltivazione, introducendo tutti alla conoscenza delle varietà coltivate in Valle Brembana. Per segnalare la qualità e la genuinità delle Mele della Val Brembana, è nato uno specifico marchio di tutela. La vistosa scelta cromatica mette in evidenza i colori della natura e quelli delle varietà coltivate: Golden, Gala, Red Delicious, Renetta e Topaz. “Sono anche i colori – sottolinea la vicepresidente Olga Locatelli – della maschera di Arlecchino, biglietto da visita della Val Brembana e del territorio bergamasco”. A tutti i visitatori verrà offerto in degustazione il Succo di Mela naturale prodotto grazie al conferimento delle mele dei frutteti sparsi in tutta la Valle Brembana.

Mele Moio de' Calvi

L’AFAVB, nata formalmente nel 2007 a Moio de’ Calvi, vanta oltre vent’anni di impegno. In questi anni sono state messe a dimora in Valle Brembana decine di migliaia di nuove piante, soprattutto melo, ma anche pero, pesco, albicocco, ciliegio, susino e actinidia (kiwi). Un impegno ha reso possibile il recupero di molti terreni (il campo scuola di Moio ne è esempio concreto) altrimenti abbandonati. La consulenza di tecnici esperti ha consentito di selezionare una qualità di alto livello, ottimizzando la resa dei frutteti e valorizzando al meglio le proprietà dei terreni. Le analisi hanno confermato che la Valle Brembana ha ottime peculiarità, addirittura superiori a quelle di zone più rinomate. La sede AFAVB è stata messa a disposizione dal Comune di Moio de’ Calvi negli spazi dell’Asilo don Ambrogio Calvi.

Mele Moio de' Calvi

La Sagra della Mela (in programma il 19 e 20 ottobre a Piazza Brembana) sarà una due giorni dedicata alle mele (ma non solo) con degustazione di prodotti, mostre, concorsi gastronomici, convegni e vendita diretta di prodotti del territorio, gastronomici e d’artigianato locale. In cabina di regia oltre all’AFAVB ci sono il consorzio di promozione Altobrembo ed il Comune di Piazza Brembana. Ogni anno la Sagra richiama migliaia di visitatori, grazie alla accurata selezioni degli espositori ed alla varietà di proposte didattiche e culturali. Quest’anno la manifestazione taglia l’importante traguardo della decima edizione e per questo sono allo studio importanti novità. “Stiamo lavorando – conferma Gianati – per ampliare le aree espositive, offrendo ulteriori opportunità agli espositori food della Valle Brembana. Non mancherà un ricco programma di animazione, legato alla tradizione locale ma anche all’entusiasmo giovanile che alimenta il necessario ricambio generazionale della nostra Associazione”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.