Quantcast
Funerali di Luca e Matteo, il dolore degli amici: "Non smetterete di illuminare i nostri cuori" - BergamoNews
La tragedia di azzano

Funerali di Luca e Matteo, il dolore degli amici: “Non smetterete di illuminare i nostri cuori” fotogallery video

Oltre un migliaio di persone hanno affollato la chiesa e la piazza di Sant'Anna, in Borgo Palazzo

Le parole di don Eliseo Pasinelli risuonano nella chiesa, gremita in ogni suo angolo. Fuori, in piazza Sant’Anna, decine e decine di persone ascoltano la messa dagli altoparlanti in silenzio: chi stretto attorno al sagrato, chi accanto alla fontana circondata dai lumini rossi.

Lunedì pomeriggio, 12 agosto, circa 1.500 persone hanno affollato la chiesa parrocchiale e la piazza di Sant’Anna, in Borgo Palazzo, per dare l’ultimo saluto a Luca Carissimi e Matteo Ferrari, i ragazzi di 21 e 18 anni morti dopo l’impatto con la Mini Cooper guidata da Matteo Scapin, 33enne di Curno agli arresti domiciliari, accusato di omicidio stradale aggravato da guida in stato di ebbrezza e omissione di soccorso.

Generico agosto 2019

La tragedia si è consumata una settimana fa, dopo una serata trascorsa alla discoteca Setai di Orio al Serio. Sull’accaduto le autorità stanno cercando di fare chiarezza, districandosi tra le prove e le testimonianze raccolte. L’unica costante resta il dolore: scolpito sui volti impietriti e gli occhi arrossati dal pianto di amici e parenti; tangibile nel silenzio, spezzato dal lungo applauso che accompagna le bare di Luca e Matteo al termine della cerimonia. Sui feretri, un mazzo di rose bianche e la maglia dell’Olimpia: squadra di calcio dove i due hanno giocato insieme e si sono conosciuti.

Gli amici descrivono Luca e Matteo come due ragazzi solari, pieni di vita. In chiesa si alternano per lasciare un ricordo. Nell’emozione, palpabile, celebrano le ore passate insieme a scuola, agli allenamenti di pallone e nei weekend. Quelli che a quell’età ancora scandiscono il passare delle settimane. “Colleziono motivi per apprezzare il mondo, me ne servirebbe uno oggi… il tuo sorriso – dice un compagno di scuola di Matteo -. Non bastano le stelle nel cielo per capire quante persone avresti conquistato sul tuo cammino. Che la gioia che hai provato al suono dell’ultima campanella ti accompagni per sempre”. E ancora: “La tua luce non cesserà di illuminare i nostri cuori”, la promessa di un amico di Luca.

Nel mezzo i canti, accompagnati dalla chitarra e dalle note del pianoforte. Davanti all’ingresso le bacheche: un denso arcobaleno di messaggi e fotografie dei momenti più felici.

I funerali di Luca Carissimi e Matteo Ferrari

Al termine della cerimonia congiunta, dei palloncini bianchi e azzurri vengono liberati in cielo. La folla, ordinata e silenziosa, prende la via del cimitero dove vengono tumulate le salme di Luca e Matteo.

“Amici, grazie, senza di voi non potevamo vivere. Da qui vediamo tutto quello che fate e abbiamo ancora bisogno di vostri bei gesti – ha detto don Eliseo Pasinelli durante l’omelia, facendo riferimento ad un messaggio lasciato da Luca e Matteo -. Non smettete di essere generosi e sinceri. Grazie anche a voi genitori, che avete dato bei messaggi. Avete detto quello che avevate nel cuore. Non piangete. Il vostro cuore è nel dolore e il nostro soffre se voi soffrite”.

Ai funerali c’era anche il sindaco di Bergamo  Giorgio Gori, con la fascia tricolore, oltre a rappresentanze della Polizia Locale, della Croce Rossa e dell’Aido. Presenti anche i soccorritori intervenuti sul luogo dell’incidente lungo la strada provinciale Cremasca.

Durante la cerimonia, infine, caldo e commozione hanno causato qualche problema a una decina di persone, soccorse dall’ambulanza per dei lievi malori. Per loro, fortunatamente, nessuna conseguenza.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
leggi anche
L'incidente mortale di Azzano
In aula l'11 settembre
Tragedia di Azzano, processo abbreviato per l’investitore di Luca e Matteo
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI