BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Atalanta, ancora profumo d’Europa: stasera visita la rivelazione Getafe

Nerazzurri all'esame di spagnolo: avversario tosto, ideale per confrontarsi. Un test per la difesa dopo la tournée inglese e i nuovi

Più informazioni su

Un antipasto spagnolo, in attesa del sorteggio Champions (29 agosto a Montecarlo) che potrebbe ‘regalare’ come avversario il Barcellona, oppure Real Madrid o Atletico. Chissà.

Intanto l’Atalanta affronta stasera, sabato 10 agosto (ore 21 al ‘Coliseum’, stadio da 17mila posti) la sua quarta amichevole internazionale: della serie, sempre più difficile, l’ostacolo è il Getafe che nell’ultima Liga ha conquistato il quinto posto alle spalle dei ‘mostri sacri’ Barcellona, Atletico, Real e poi il Valencia. E si è qualificato per l’Europa League, come nel 2008 quando per la prima volta ha partecipato alla Coppa Uefa. Tra l’altro una squadra che sarà per forza più avanti nella condizione, visto che fra otto giorni debutterà in campionato, a Madrid contro l’Atletico.

L’Atalanta invece ha ancora due settimane per capire che cosa vale con i nuovi e cosa può servire ancora per completare una rosa possibilmente competitiva in Champions, come ha chiesto più volte lo stesso Gasperini.

È arrivato il difensore esperto, il primo slovacco nella storia nerazzurra. Ovviamente non vedremo Skrtl oggi, forse nell’amichevole del 14 agosto a Zingonia contro la Giana, almeno concediamogli il tempo per conoscere i compagni e inserirsi. Sicuramente fino a fine mese non ci sarà Castagne, operato al menisco. Ma ci sarà tempo per riparlare di mercato, dell’attaccante e forse dell’esterno che dovrebbero arrivare entro venti giorni (fino al 2 settembre).

Intanto l’Atalanta si misura con un calcio un po’ diverso rispetto a quello inglese: il tecnico Jorge Bordalas ha fatto un po’ il percorso di Gasperini, arrivato nel 2016 ha portato il Getafe in Europa e a sfidare le grandi della Liga. Dicono che assomigli a Simeone, per cui se avete presente quanto è difficile affrontare l’Atletico potete avere un’idea di come può essere tosto anche il Getafe. Una squadra che si comporta meglio fuori casa (e in questo caso è simile alla stessa Atalanta) e che subisce pochi gol. Il capitano è anche il bomber, Molina, 37 anni e 14 gol nell’ultimo campionato. Volto conosciuto in Italia anche il portiere Chichizola, argentino, un paio d’anni fa allo Spezia in B. Per quanto possono valere i test in questo periodo, ricordiamo che il 2 agosto il Getafe ha battuto 1-0 il Crotone.

Per i nerazzurri il banco di prova vale sia per la difesa, che con qualche amnesia ha subìto due gol contro il Leicester, come per il resto della squadra. Vedremo se magari avranno l’occasione di giocare assieme anche Muriel e Zapata, così come saranno utili i progressi di Malinovskyi. E naturalmente gli osservati speciali Ibanez, Reca, forse destinati a giocare altrove, mentre è da valutare anche l’apporto di Barrow, in attesa di capire quale sarà il nuovo attaccante in arrivo.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.