BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

PalaFacchetti distrutto, danni a tetto e parquet: la Blu Basket si sposta a Spirano

Il presidente Testa: "La speranza è di riavere il nostro palazzetto prima dell'inizio della nuova stagione"

Il tremendo nubifragio che ha colpito la Bergamasca – e la Bassa in particolare – nella giornata di venerdì 2 agosto ha portato con sé numerosi disagi e problemi, soprattutto per alcuni edifici che hanno subito ingenti danni. Tra questi uno dei più colpiti è stato il PalaFacchetti di Treviglio che ospita, tra le altre cose, anche le partite interne della Blu Basket 1971, formazione di pallacanestro che milita nel campionato di serie A2: le violente raffiche di vento hanno letteralmente “strappato” gran parte della copertura metallica dal tetto, permettendo cosi all’acqua di scrosciare fino al pavimento in parquet, rovinandolo in più punti.

Con la “casa” della Blu Basket fuori servizio molti tifosi hanno iniziato a chiedersi dove giocherà la squadra nella prossima stagione, che inizierà ad ottobre. Impossibile, per il momento, affermarlo con certezza, anche se la “conta” dei danni sta per essere resa pubblica dal Comune di Treviglio. Una volta resa nota l’entità del danno, con relativi costi di riparazione e tempistiche, il futuro per quanto riguarda i prossimi match della squadra sarà un po’ meno nebuloso.

“Per il momento non sappiamo ancora niente – ha spiegato il presidente della BCC Blu Basket Gianfranco Testa -. La prima partita ufficiale in casa sarà a ottobre, quindi abbiamo ancora tutto il tempo per organizzarci. L’amministrazione comunale si sta dando da fare per risolvere il problema quanto prima. Per il momento, però, non abbiamo ancora idea su come intervenire. Se il problema riguardasse solo una o due partite, ad esempio, si potrebbe chiedere di invertire le sedi, in modo da giocare questi match fuori casa”.

Gianfranco Testa, patron della Blu Basket
PalaFacchetti

Nessun problema invece per la preparazione estiva, con la squadra pronta a traslocare momentaneamente al palazzetto di Spirano: “Abbiamo già ottenuto la disponibilità per fare la preparazione nel campo di Spirano, dove in passato siamo già stati ospitati – ha spiegato Testa -. Qui, volendo, potremo organizzare anche alcune amichevoli estive, ma non sarà possibile giocarci eventuali gare di campionato in quanto non conforme ai regolamenti ufficiali. Per il campionato vero e proprio dovremo quindi stare a vedere: come detto dipende molto dai tempi, quando avremo dati certi valuteremo come muoverci. Purtroppo non ci sono tanti spazi liberi nelle zone in grado di ospitare partite ufficiali di campionato: ci sono Brescia, Bergamo o Crema ma anche li ci sarebbero problemi organizzativi dato che vengono utilizzati anche per altri eventi. La speranza è quindi di riuscire a tornare nella nostra sede il prima possibile”.

Non resta quindi che attendere notizie da amministrazione e addetti ai lavori, in modo da avere un quadro più nitido su interventi e tempistiche: “Nei prossimi giorni avremo sicuramente le idee più chiare – ha aggiunto il presidente della Blu Basket – sopratutto se chi di dovere riuscirà a sbloccare i discorsi burocratici legati al rifacimento del tetto e del parquet. L’amministrazione, che ringrazio pubblicamente, sta lavorando veramente tanto: si è fatta trovare pronta e preparata subito dopo il tremendo temporale”.

I danni al PalaFacchetti di Treviglio
PalaFacchetti
PalaFacchetti

Infine Gianfranco Testa si lascia sfuggire un desiderio: “Ci piacerebbe riuscire a giocare le partite nella nostra casa. Speriamo di poter sistemare il PalaFacchetti in questi mesi che ci separano dal campionato, in modo di avere di nuovo il nostro campo disponibile per il campionato e per i nostri tifosi. Siamo fiduciosi”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.