Quantcast
I videogiochi: la forma di intrattenimento più diffusa nel mondo - BergamoNews
Tempo libero

I videogiochi: la forma di intrattenimento più diffusa nel mondo

I videogiochi si possono dividere in tre categorie: Singleplayer, Offline Multiplayer e Online Multiplayer

Ormai il mondo è a conoscenza di quanto guadagnano le industrie video-ludiche. Che c’è da dire?
I ragazzi apprezzano ciò che le industrie producono, esse incassano il guadagno e già pensano al prossimo gioco che lascerà senza fiato le generazioni future.

I videogiochi si possono dividere in tre categorie: Singleplayer, Offline Multiplayer e Online Multiplayer;

1) Nella categoria dei Singleplayer si collocano i giochi nei quali l’utente non desidera altro che esplorare un mondo immaginario/reale, combattere contro orde di nemici mostruosi o semplicemente distruggere edifici gusto per fare qualcosa.
In questa categoria ci sono giochi noti come Legend of Zelda: Breath of the wild, Super Mario Oddessey e God of War 4, senza però dimenticarsi dei grandi successi, per esempio la saga di Far Cry, Resident Evil, Metal Gear, Doom e Sonic the Hedgehog.

2) I prodotti video-ludici che appartengono alla categoria Offline Multiplayer sono quelli che permettono a due o più giocatori in una stessa stanza di giocare in modo cooperativo o competitivo.
Una compagnia famosa in questo settore è la Nintendo con la sua famosissima saga di Super Mario. Alcuni esempi importanti sono Mario & Sonic ai giochi olimpici, Mario Kart 8 Delux e Super Smash Bros Ultimate. In questa categoria rientrano anche le serie di FIFA e NBA.

3) L’ultima e di certo non meno importante è la categoria Online Multiplayer. Qui sono presenti videogiochi che danno la possibilità al giocatore di interagire con altri giocatori in tutto il mondo.
Una sotto categoria molto diffusa è il BattleRoyal, in cui 100 giocatori (o meno a seconda del videogioco) vengono messi su un’unica mappa e devono uccidersi a vicenda con un’enorme varietà di armi e l’ultimo rimasto in vita vince la partita.

Il primo nome che risale a questa descrizione è indubbiamente Fortnite, ma lo stesso vale anche per Apex Legends e PlayerUnknown’s Battlegroud(PUBG).

Altrettanto famosi sono anche FPS(First Person Shooters) o TPS(Third Person Shooters) come la saga di CoD (Call of Duty), CS:GO (Counter Strike: Global Offensive), Raibow Six: Siege e Overwatch.
In questi ultimi però i giocatori vengono messi in una delle due squadre e chi delle due incassa più uccisioni o cattura un punto di interesse vince la partita.

Bisogna anche dare una particolare attenzione a Minecraft, un gioco di simulazione a blocchi in cui l’unico limite è la propria immaginazione. Un gioco che appartiene sia alla categoria Singleplayer sia al Online Multyplayer. Già molto giocato nei suoi primi anni di pubblicazione, vive ora una una nuova stagione di successo.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
leggi anche
Videogiochi
Il sondaggio
I bergamaschi e i videogame: il 67% gioca con i propri figli, GTA il gioco più amato
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI