BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Corrida di San Lorenzo, successi sotto le stelle per Dossena e Faniel fotogallery

La 34enne di Clusone ha completato il percorso in 13'09"5, migliorando così il primato stabilito due anni fa da Margherita Magnani; mentre il portacolori delle Fiamme Oro Padova ha concluso le proprie fatiche in 23'50"4

Seconda gara e secondo successo in meno di ventiquattr’ore per Sara Dossena che nella serata di domenica 4 agosto ha conquistato la ventiduesima edizione della Corrida di San Lorenzo.

La 34enne di Clusone, già prima nel 2016, ha condotto la competizione organizzata dall’Atletica Valle Brembana sin dall’inizio, rimanendo da sola poco dopo il secondo giro.

In grado di tagliare il traguardo di Piazza Italia davanti a Federica Zanne (Esercito) e Laura Dalla Montà (Assindustria Sport Padova), la maratoneta orobica ha completato il percorso in 13’09”5, abbassando così di dodici secondi il primato realizzato due anni fa da Margherita Magnani.

“In questo periodo sto vivendo un’ottima condizione che spero di mantenere sino ai Mondiali – ha sottolineato nel dopo-gara Dossena -. Questa è una distanza brevissima per me, tuttavia non mi aspettavo di riuscire ad ottenere stasera il record”.

Per la portacolori del Laguna Racing occhi puntati ora sulla sfida iridata in programma il prossimo 27 settembre: “Devo cercare di rimanere concentrata sui miei obiettivi e non esagerare – ha aggiunto l’atleta seriana -. Con ogni probabilità non si tratterà di una gara semplice in quanto non ho mai corso in condizioni simili. Potrebbe uscire una maratona particolare, dove non è detto che la più forte vinca”.

In campo maschile doppietta per le Fiamme Oro Padova che si è aggiudicata la prova con Eyob Ghebrehiwet Faniel.

Il 26enne allenato da Ruggero Pertile ha infatti battuto in volata il compagno di squadra Pietro Riva e l’alfiere dell’Atletica Casone Noceto Ahmed El Mazoury, terminando le proprie fatiche in 23’50”4.

“Sono soddisfatto di come sia andata anche perchè, essendo appena tornato da un ritiro di quattro settimane a Livigno, le gambe non giravano molto” ha spiegato Faniel dopo la linea d’arrivo -. La prossima settimana prenderò parte a una mezza maratona, mentre l’8 settembre sarò a Newcastle dove mi testerò in vista dei Mondiali”.

A livello bergamasco quarto posto per Ahmed Ouhda (Atletica Casone Noceto) davanti a Michele Palamini (Gruppo Alpinistico Vertovese), mentre per la formazione di casa è arrivata la top ten di Pietro Sonzogni.

Grande spettacolo infine anche per l’Highlander Run, prova ad eliminazione che ha visto protagonisti alcuni dei principali esponenti del mezzofondo italiano.

Ad affermarsi davanti al pubblico di Zogno è stato Yassine Bouih (Fiamme Gialle) che ha tagliato la linea d’arrivo davanti al campione uscente Stefano Migliorati (C.S. San Rocchino) e all’ottocentista Giovanni Filippi (U.S. Rogno).

“Sono contento di tornare qui a distanza di due anni – ha osservato l’allievo di Luciano Gigliotti -. Trovandomi di fronte a diversi ottocentisti nel finale ho provato a cambiare a partire lungo, anche perchè, se fossimo arrivati allo sprint, con buona probabilità mi avrebbero superato”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.