BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Nuovo nubifragio e agricoltura bergamasca in ginocchio: danni per milioni di euro

L'allarme lanciato da Coldiretti Bergamo: la furia del temporale di venerdì 2 agosto ha allettato gran parte dei campi di mais e di sorgo

È stato un vero e proprio nubifragio quello che venerdì 2 agosto, nel pomeriggio, ha sferzato Bergamo e parte della provincia. Un altro duro colpo per il settore agricolo già colpito dal maltempo nella stessa mattinata e solo poche settimane prima.

Secondo i tecnici di Coldiretti Bergamo i danni principali si registrano in pianura, con cascinali scoperchiati e campi di mais allettati dalla furia del vento. È stata colpita soprattutto la zona di Treviglio, Castel Rozzone, Arzago d’Adda, Misano Gera D’Adda, Caravaggio, Bariano e Romano di Lombardia.

“È accaduto tutto in un attimo – racconta Davide Facchinetti, allevatore di Treviglio –, il cielo è diventato buio e si è scatenato un vento fortissimo con una pioggia battente. Le raffiche hanno divelto alcune parti del tetto della mia stalla e strappato anche una parte dei pannelli solari. Il mais in campo è stato completamente piegato, un vero e proprio disastro. È la seconda volta nel giro di due mesi che mi trovo a contare i danni causati dal maltempo”.

Un campo devastato a Fornovo dopo il nubifragio di venerdì 2 agosto
Agricoltura danneggiata

Nella zona della Bassa – spiega Coldiretti Bergamo – la furia del temporale ha praticamente allettato gran parte dei campi di mais e di sorgo.

In alcune zone è anche grandinato. Molti appezzamenti sono allagati. Ovunque ci sono alberi sradicati.

I danni non sono ancora stati calcolati con precisione, ma si tratta certamente di milioni di euro.

“È la terza volta che il maltempo colpisce la nostra azienda – dice Nazzareno Samuel Ferro, allevatore di Torre Pallavicina -, i primi danni li abbiamo avuti ad ottobre, poi a maggio e l’ultima batosta l’abbiamo ricevuta ora. Il mais di secondo raccolto è completamente allettato e il vento ha strappato un altro pezzo di tetto del capannone”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.