BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Tesmec, la semestrale premia: ricavi a 97,5 milioni, in crescita del 7%

Al 30 giugno 2019, il Gruppo Tesmec ha realizzato Ricavi consolidati pari a 97,5 milioni di euro, in crescita del 7,0% rispetto ai 91,1 milioni al 30 giugno 2018 e del 5,3% a cambi costanti.

Il Consiglio di Amministrazione di Tesmec Spa (MTA, STAR: TES), a capo di un gruppo tra i principali nel mercato delle infrastrutture relative al trasporto e alla distribuzione di energia elettrica, dati e materiali, riunitosi venerdì 2 agosto sotto la Presidenza di Ambrogio Caccia Dominioni, ha esaminato e approvato la Relazione Finanziaria Semestrale Consolidata al 30 giugno 2019, che conferma l’ulteriore crescita del fatturato, una marginalità stabile ed un contenuto incremento dell’Indebitamento Finanziario Netto riconducibile all’aumento del Capitale Circolante Netto, legato alle commesse ferroviarie ed allo stock necessario per supportare la crescita prevista nel secondo semestre.

Il Presidente e Amministratore Delegato Ambrogio Caccia Dominioni ha così commentato: “Sono soddisfatto dei risultati del primo semestre, caratterizzati dall’incremento del fatturato, in linea con le nostre aspettative, e dalla tenuta della marginalità, che risulta ancora influenzata dalle azioni organizzative in corso in Australia ed in Francia. Nel 2019 il nostro Gruppo sta registrando una buona crescita, con andamenti diversi nelle varie aree geografiche e segmenti di business in cui operiamo. I nuovi prodotti si stanno affermando sul mercato, aprendo interessanti opportunità di sviluppo, mentre a livello generale l’acquisizione di nuovi ordini è positiva e ci attendiamo un incremento della marginalità nella seconda parte dell’anno”.

Al 30 giugno 2019, il Gruppo Tesmec ha realizzato Ricavi consolidati pari a 97,5 milioni di euro, in crescita del 7,0% rispetto ai 91,1 milioni al 30 giugno 2018 e del 5,3% a cambi costanti. A tale risultato hanno contribuito in modo diverso i tre settori di attività, con una significativa ed attesa performance positiva del settore Ferroviario.

In dettaglio, il fatturato del settore Trencher al 30 giugno 2019 ammonta a 59,2 milioni di euro, in decremento del 1,3% rispetto ai 60,0 milioni di euro al 30 giugno 2018. La leggera flessione, correlata principalmente al diverso business model sui progetti australiani, sarà compensata dall’andamento previsto nella seconda parte dell’esercizio. I ricavi del settore risultano in linea nelle diverse aree geografiche di riferimento del Gruppo, ma da sottolineare la performance del mercato americano, che continua la sua crescita, e l’avvio dell’attività nel settore mining. Il settore Ferroviario registra Ricavi al 30 giugno 2019 pari a 16,4 milioni di euro, in aumento del 58,1% rispetto ai 10,3 milioni di euro registrati al 30 giugno 2018. Il miglioramento è attribuibile all’esecuzione del contratto in essere con RFI e di quello sul mercato francese con TSO. Per quanto riguarda il settore Energy, i Ricavi al 30 giugno 2019 ammontano a 21,9 milioni di euro, in incremento del 5,6% rispetto ai 20,8 milioni di euro realizzati al 30 giugno 2018. In particolare, nel primo semestre il segmento Energy-Automation ha conseguito ricavi per 5,0 milioni di euro, in miglioramento del 24,5% rispetto ai 4,1 milioni di euro al 30 giugno 2018, in linea con le prospettive di crescita dell’esercizio per tale segmento. A livello geografico, il Gruppo Tesmec ha beneficiato positivamente delle performance del mercato americano ed europeo, che registrano rispettivamente un incremento del 33,9% e del 26,9%.

L’EBITDA, includendo l’impatto del rimborso assicurativo australiano di 1,3 milioni di euro ed i costi di riorganizzazione del periodo, risulta pari a 12,1 milioni di euro, rispetto ai 9,3 milioni euro al 30 giugno 2018. Il Gruppo prevede un ulteriore miglioramento della marginalità nella seconda parte dell’esercizio, grazie alla ripresa del Gruppo Marais. L’EBITDA ante IFRS 16 si attesta a 10,3 milioni di euro.

Conseguentemente, il Risultato Operativo (EBIT) al 30 giugno 2019 del Gruppo Tesmec è pari a 3,3 milioni di euro, rispetto ai 2,4 milioni di euro al 30 giugno 2018.

Gli oneri al netto dei proventi finanziari del Gruppo Tesmec al 30 giugno 2019 sono pari a 2,2 milioni di euro, rispetto al 30 giugno 2018 quando erano pari a 1,6 milioni di euro. Tale variazione risente principalmente dall’introduzione del principio IFRS 16 e dalla diversa composizione del debito, che risulta essere più elevato nel medio rispetto al breve termine.

L’Utile ante imposte al 30 giugno 2019 si attesta a 1,1 milioni di euro, rispetto agli 0,8 milioni di euro al 30 giugno 2018.

L’Utile Netto consolidato al 30 giugno 2019 del Gruppo Tesmec è pari a 0,5 milioni di euro, in linea rispetto ad un utile pari a 0,5 milioni di euro al 30 giugno 2018.

L’Indebitamento Finanziario Netto ante IFRS 16 è pari a 94,1 milioni di euro, rispetto ai 77,7 milioni di euro al 31 dicembre 2018 ed ai 92,1 milioni di euro al 30 giugno 2018. Tale variazione è principalmente riconducibile all’incremento del Capitale Circolante Netto, ricollegabile al settore ferroviario ed al magazzino prodotto per supportare la crescita prevista nel secondo semestre. L’Indebitamento Finanziario Netto post IFRS 16 è pari a 112,5 milioni di euro.

Il Portafoglio ordini al 30 giugno 2019 si attesta a circa 196,9 milioni di euro – dei quali 72,8 milioni di euro riferiti al settore Trencher, 95,7 milioni di euro al settore Ferroviario e 28,4 milioni di euro al settore Energy – rispetto ai 201,0 milioni di euro del primo semestre dell’esercizio 2018. Nello specifico sono cresciuti gli ordini a breve, mentre per quelli a lungo il Gruppo si aspetta una crescita per la fine dell’esercizio.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.