BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Da donna a donna: la Guardia di finanza di Treviglio ha una nuova comandante fotogallery

Dopo 4 anni il comandante Maria Luisa Ciancia lascia e a sostituirla il tenente Claudia di Pirro Bellisario

Cambio al vertice del comando della Guardia di Finanza di Treviglio. Il comandante Maria Luisa Ciancia lascia e a sostituirla arriva un’altra donna: il tenente Claudia di Pirro Bellisario. Il comandante Ciancia, a Treviglio dal 2015, dopo diversi anni nel capoluogo della Bassa e numerose operazioni di caratura regionale e nazionale, va a dirigere il Nucleo economico finzanziario di Bologna, dove si occuperà di lotta alla spesa pubblica.

“Grazie per essere qui in questa giornata – ha esordito il comandante Ciancia durante la cerimonia del passaggio di consegne -. Ringrazio tutti i sindaci della zona, gli amici, i rappresentanti delle forze dell’ordine e delle associazioni. Per me è una grande gioia avervi qui presenti per potervi salutare personalmente. La vostra presenza oggi testimonia anche la vicinanza alla Guardia di Finanza di Treviglio, che ho avuto l’onore di guidare in questi quattro anni. Per me è stato un grande provilegio poter presidiare la legalità economico-finanziaria su questo territorio, che reputo davvero molto importante, soprattutto dal punto di vista economico: un’area in forte espansione, che attrae realtà aziendale di respiro anche internazionale. Proprio per questo tutte le forze dell’ordine, e in particolare la finanza, devono mantenere alta l’attenzione”.

Il comandante Ciancia lascia dopo una serie di importanti operazioni, tanto che il comando regionale delle Fiamme Gialle le ha di recente assegnato un riconoscimento per aver permesso di recuperare svariati milioni di euro: “Nelle varie azioni di servizio che ha svolto durante questi anni al comandante Ciancia sono stati attribuiti diversi encomi – ha sottolineato il comandante provinciale della Guardia di Finanza Mario Salerno – il più recente è quello inerente a una grossa operazione di servizio portata avanti da marzo 2018 fino ad aprile 2019 che ha riguardato un articolato impegno alla lotta all’evasione fiscale, che ha portato alla denuncia di 21 persone e ha consetito di accertare fatture false per 11 milioni di euro, la costatazione di iva evasa per 4 milioni di euro e la scoperta di profitti derivanti dal riciclaccio per 4 milioni e 500 mila euro. Complimenti quindi al comandante, a cui manifesto la stima per l’autorevolezza con cui ha guidato la compagnia trevigliese in questi anni”.

A subentrare alla collega sarà Claudia di Pirro Bellisario, 28enne di Grosseto laureata in Scienze della Sicurezza economico-finanziaria. Dopo un inizio carriera dove ha guidato per due anni la sezione operativa del I gruppo Guardia di Finanza di Venezia, ha prestato servizio, sempre come comandante, nel Nucleo di Polizia tributaria di Reggio Emilia, dove ha diretto la sezione antiriciclaggio per tre anni prima del trasferimento a Treviglio, che sarà reso ufficiale sabato 3 agosto. Una curiosita legata al territorio: il nuovo comandante trevigliese ha già familiarità con Bergamo, dove ha frequantato per tre anni l’Accademia prima di completare il percorso a Roma.

“Sono molto contenta e onorata di essere qui per comandare questo ottimo reparto – ha spiegato Claudia di Pirro Bellisario – Ringrazio la collega che mi ha preceduto per il lavoro incredibile che ha svolto, anche per l’attenzione alle varie situazioni sul territorio. Metterò tutto il mio impegno nel proseguire quanto da lei avviato”.

Tenente Claudia di Pirro Bellisario, comandante della Guardia di Finanza a Treviglio
claudia di pirro bellisario finanza treviglio

Il nuovo comandante si lascia sfuggire anche un commento sul territorio che andrà a presidiare: “Ben 52 comuni di competenza alla compagnia di Treviglio. Stiamo parlando di una area sicuramente impegnativa, in quanto è economicamente importante. Ora, comunque, mi guarderò attorno per conoscerla meglio. A Reggio Emilia il mio nucleo era specializzato in un solo settore. Si è trattata quindi di una esperienza qualificante importante per me, ma sicuramente meno completa rispetto a quella che andrò a vivere qui a Treviglio”.

Al termine della cerimonia i sindaci e le istituzioni hanno festeggiato le due donne che rappresentano il passato e il futuro della compagnia trevigliese con una mega torta.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.