BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ruba rame, lo arrestano in flagranza: nell’auto targhe usate per furti di carburante

Nel pomeriggio di mercoledì 31 luglio, agenti della Polizia stradale di Seriate hanno arrrestato a Zanica in flagranza di reato, S. M. di anni 35, italiano residente a Terno d’Isola

Nel pomeriggio di mercoledì 31 luglio, agenti della Polizia stradale di Seriate hanno arrrestato a Zanica in flagranza di reato, S. M. di anni 35, italiano residente a Terno d’Isola, per il furto di cavi elettrici in rame per centinaia di metri, sottratti dalla sede stradale dove erano stati installati per garantire la pubblica illuminazione.

L’arresto è stato effettuato al termine di una attività di indagine iniziata per far luce su una serie di furti di carburante avvenuti nell’area di servizio Brembo sull’Autostrada A4 il 12, 16, 18, 20 aprile, effettuati da uno sconosciuto che utilizzava un’autovettura Opel Corsa sulla quale erano state apposte targhe, rubate nell’agosto del 2018 a Bonate Sopra.

Il veicolo, che circolava sempre con targhe rubate, è stato utilizzato per effettuare altri 9 furti di carburante, con lo stesso modus operandi: veniva effettuato il rifornimento e al termine, il conducente si allontanava velocemente facendo perdere le proprie tracce.

La sistematicità con cui i furti venivano attuati aveva destato preoccupazione e allarme tra i gestori di carburante situati sulle strade extraurbane principali. Il ladro  infatti, aveva messo a segno un colpo a giugno a Terno d’Isola, due tra giugno e luglio al distributore di carburante sito sulla provinciale 470 dir a Curno, tre tra il mese di maggio e luglio nell’area di servizio Brembo, altri due a luglio a un altro distributore sulla stessa arteria a Mozzo e da ultimo il giorno precedente all’arresto in via Carducci a Bergamo.

Nel frattempo le indagini hanno consentito di riconoscere l’autovettura Opel Corsa di colore grigio quale mezzo già utilizzato in occasione di furti di cavi di rame, di risalire all’intestataria, una donna residente a Terno d’Isola e di identificarne il conducente nonostante avesse agito sempre con il viso parzialmente travisato da occhiali neri e cappellino.

Mercoledì scorso, verso le 17.20, S. M. è uscito dalla propria abitazione indossando capi di abbigliamento da lavoro di colore arancione tipici di coloro che svolgono servizi di manutenzione sulle strade. S è diretto velocemente verso Zanica dove, raggiunta la via don Milani, sollevava le coperture dei “chiusini” e tranciava di netto i cavi di alimentazione della pubblica illuminazione sfilandoli dalla loro sede, senza destare alcun sospetto nei passanti grazie all’escamotage dell’abbigliamento da lavoro.

Gli agenti della sottosezione Polizia stradale di Seriate a quel punto l’hanno arrestato in flagranza di reato recuperando a bordo della Opel Corsa i cavi di rame sottratti nonché due coppie di targhe utilizzate per i furti di carburante.

Giovedì 1 agosto l’uomo è stato accompagnato al Tribunale di Bergamo per essere sottoposto a processo con rito direttissimo.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.