BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Alitalia, il volo per Roma conquista Bergamo: “Avanti e con più frequenze”

Confermata anche per l'autunno la tratta inaugurata in occasione della provvisoria chiusura di Linate: tante le prenotazioni

Più informazioni su

“Resteremo qui e aumenteremo le frequenze”. Il volo Alitalia da Bergamo a Roma Fiumicino, inaugurato sabato 27 luglio, sta raggiungendo i risultati sperati. Lo ha confermato Fabio Lazzerini, chief commercial officer Della compagnia tricolore, durante un incontro con la stampa per fare il punto sulla tratta aperta in occasione della provvisoria chiusura di Linate per lavori. Una soluzione, quindi, non solo provvisoria.

alitalia bergamo

A fare gli onori di casa Emilio Bellingardi, direttore generale di Sacbo: “Per noi è un vanto avere una compagnia di questo calibro. Quando vedo in pista un aereo Alitalia, per me non può essere che un motivo di orgoglio”.

Con lui Roberto Bruni, presidente di Sacbo: “Bergamo e i bergamaschi aspettavano da tempo la reintroduzione del volo per Roma, anche perché arrivando nella Capitale si apre una porta sul mondo. Finalmente abbiamo potuto esaudire questo desiderio”.

Il volo Alitalia tra Bergamo e Fiumicino, dunque, resterà anche nell’orario invernale, che scatta a fine ottobre, con tre frequenze giornaliere di andata a ritorno.

“Anche quando lo scalo di Linate sarà riaperto, manterremo comunque Bergamo perché la risposta della gente, come dimostrano le tante prenotazioni di questi giorni, è stata più che positiva”, l’annuncio di Lazzerini.

Quattro i voli giornalieri in andata e altrettanti al ritorno, consentendo sia di raggiungere la Capitale e rientrare anche in giornata, che di proseguire con le coincidenze con viaggi di lungo raggio. Da settembre i voli dovrebbero salire a sei, e anche dopo la riapertura dello scalo di Linate a ottobre, rimarranno comunque tre voli fissi al giorno.

“Mi piace la mentalità bergamasca, concreta e ospitale – ha concluso Lazzerini – . Mi nonna era di qui, perciò un po’ lo sono anch’io”.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.