BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Pochi segretari comunali in Bergamasca? Troppe falle nel sistema”

La lettera che Claudio Nati, ex vicesindaco in un paese del comasco, ha inviato a Bergamonews dopo il caso del vicesegretario Brembilla (con il quale ha lavorato in passato) nominato a Foppolo con alle spalle un patteggiamento per turbativa d'asta

Riceviamo e pubblichiamo la lettera che Claudio Nati, ex vicesindaco e consigliere in un paese del comasco, ha inviato a Bergamonews sul tema della carenza di segretari comunali. 

Prendo spunto dall’articolo apparso su Bergamonews lo scorso 21 luglio, relativo alla nomina a vicesegretario del Comune di Foppolo di Claudio Brambilla, ultrasettantenne segretario comunale in pensione, condannato ad 1 anno e 10 mesi di reclusione per turbativa d’asta e corruzione. Il Brambilla è persona stranota nella provincia comasca per essere stato segretario comunale anche nei Comuni di Lanzo d’Intelvi e Pellio Intelvi, oggi Alta Valle Intelvi, comune neo-nato dalla fusione tra i predetti ex comuni e quello di Ramponio Verna (ove sono stato consigliere comunale e tra i più convinti sostenitori e promotori del processo aggregativo).

In qualità di consigliere comunale di maggioranza di Alta Valle Intelvi ho sacrificato la mia carica di vicesindaco (sono stato sollevato dall’incarico) proprio per divergenze sull’esercizio dell’azione amministrativa in assenza della figura stabile di un segretario comunale e “giuridicamente assistita” dal Brambilla che svolge attività di “staff” (peraltro senza alcun potere di firma) con un rimborso spese fino a 600 euro mensili (prassi peraltro esercitata in numerosi altri comuni).

Non mi permetto di giudicare la scelta del neo-insediato Sindaco di Foppolo, nei confronti della quale esprimo tutta la mia ammirazione per la sfida che l’attende, tuttavia è mia intenzione sollevare il tema della carenza di segretari comunali che di fatto innesca meccanismi di nomina di individui a surroga di quel ruolo.

Innanzitutto spiego in due parole la funzione obbligatoria del Segretario Comunale che è un funzionario del Ministero dell’Interno messo “a disposizione” dell’Ente Locale per garantire la conformità dell’azione amministrativa alle leggi, allo statuto ed ai regolamenti. In altre parole è colui che trasforma l’azione politica in legali atti amministrativi. Naturalmente il segretario comunale oltre ad essere laureato solitamente in giurisprudenza è vincitore di corso/concorso particolarmente selettivo che personalmente giudico uno dei più impegnativi della Pubblica Amministrazione. Ciò premesso per sottolineare che nessun vice-segretario può sostituirsi al Segretario Comunale se non per un brevissimo lasso di tempo e comunque per atti non fondamentali per l’Ente.

Concludo con due parole relative alla carenza dei segretari comunali. La provincia di Bergamo consta di 243 comuni e sono disponibili solo 49 segretari comunali, il rapporto è 1 a 5. Tuttavia si deve tener conto che escludendo il capoluogo di provincia sul territorio insistono solo 17 comuni superiori ai 10.000 abitanti, 169 dai 1000 fino <10.000 e 56 comuni con meno di 1000 abitanti. Questo per dire che pur ammettendo l’insufficienza dei funzionari, l’utilizzo esclusivo di un segretario comunale per i piccoli e medi comuni è gestionalmente eccessivo ed economicamente piuttosto gravoso ed è per questa ragione che gli enti scelgono l’istituto della convenzione per ripartire proporzionalmente sia l’uso del segretario che la relativa spesa.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.