BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Grana Padano, la DOP più consumata al mondo: vendute più di 5 milioni di forme

In forte aumento anche l'export

Il Grana Padano si conferma anche per il 2019 la DOP più consumata al mondo con più di 5 milioni di forme vendute. Grana Padano supporta l’organizzazione di B2Cheese, la fiera in programma per i giorni del 17 e del 18 ottobre nell’ambito dell’evento di Forme che sarà un vero e proprio salone internazionale del formaggio.

Si inserisce nei formaggi a pasta grana con una produzione molto importante, così come il suo commercio all’estero. È d’origine padana e viene prodotto nelle regioni Lombardia, Piemonte, Trentino Alto Adige, Veneto ed Emilia Romana.

Il formaggio, semigrasso, da latte di vacca richiede una lunga stagionatura. Il Grana Padano Riserva almeno 20 mesi. La pasta è friabile, con intensità aromatiche medio elevate, persistenti.

Continua a crescere anche l'export del Gran Padano DOP
Grana Padano

Anche quest’anno l’export di Grana Padano DOP continua a correre: dopo aver superato la soglia di 1 milione e 900mila forme nel 2018, in rialzo di oltre 5 punti percentuali rispetto all’anno precedente, a gennaio 2019 i dati Istat indicano ancora un aumento a doppia cifra, pari al 12,5% delle spedizioni all’estero.

In particolare brillano le vendite nei Paesi Ue dove il formaggio Dop più consumato al mondo ha messo a segno un incremento del 17%.

Nelle destinazioni extra-Ue, invece, il trend non è stato così favorevole e il primo mese dell’anno si è chiuso in leggerissima flessione (-0,59%).

Germania il primo Paese per consumi (dopo l’Italia)

Il primo mercato di sbocco oltre-confine resta la Germania con il 25,4% in più di Grana Padano acquistato nel primo mese dell’anno. Sulla piazza tedesca nel 2018 sono state spedite quasi 500mila forme. Importante, a gennaio 2019, anche la crescita della Svezia con il 22%, l’Olanda con il 19% e il Regno Unito con il 14,4%, mercato sul quale pesano però le incognite della Brexit.

Al di fuori dell’Ue le spedizioni di Grana Padano crescono del 22,3% in Svizzera e rimbalzano, addirittura del 59%, in Giappone. Frenano, invece, le esportazioni negli Usa e soprattutto in Canada (dove tuttavia si riposizionano le nuove quote del Ceta, l’accordo Ue-Canada).

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.