Mercoledì 24

Sciopero dei trasporti, oggi giornata nera per bus, treni e autostrade

A proclamare la protesta nazionale sono unitariamente Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti.

La settimana calda dei trasporti entra nel vivo con la giornata di mercoledì 24 luglio con lo sciopero che interesserà tutto il settore dei trasporti, poi venerdì 26 luglio toccherà al settore aereo. A proclamare la protesta nazionale sono unitariamente Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti.

Uno stop indetto contro l'”immobilismo” del Governo e a sostegno della vertenza Alitalia.

Lo sciopero interesserà tutti i settori, il trasporto pubblico locale, ferroviario, merci e logistica, il trasporto marittimo e i porti, le autostrade, i taxi, l’autonoleggio.

Nel trasporto pubblico locale e nel trasporto extraurbano, nel rispetto delle fasce orarie di garanzia, lo sciopero si svolgerà dalle 17 alle 21.

Nelle autostrade stop nelle ultime 4 ore del turno per il personale addetto agli impianti, alla sala radio e alla viabilità sottoposto alla legge 146 sullo sciopero mentre per un intero turno per il restante personale.

Sciopero di 4 ore a fine turno per il settore di merci e logistica.

Si fermano dalle 0 alle 17 i lavoratori delle ferrovie.

Stop di 4 ore, a fine turno anche per gli addetti al noleggio auto, sosta e soccorso stradale e articolato all’interno dei turni nell’arco delle 24 ore per gli addetti al servizio taxi.

Venerdì 26 luglio sciopero di 4 ore nel trasporto aereo, ad esclusione dei controllori di volo di Enav, dalle 10 alle 14. Nel giorno dello sciopero del 24 luglio si terranno presidi presso le Prefetture delle principali città.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI