BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Nembro, si sgancia pezzo d’acciaio e colpisce operaio

L'infortunato, sempre rimasto cosciente, è stato trasportato in codice giallo al pronto soccorso dell'ospedale Papa Giovanni di Bergamo, dove sono in corso accertamenti: non è in pericolo di vita

Verso mezzogiorno di martedì 23 luglio si è verificato un infortunio alle Acciaierie F.lli Gandossi in via Roma a Nembro nel quale è rimasto ferito S. A. di 52 anni dipendente della ditta.

Dalle prime informazioni raccolte, mentre il lavoratore stava movimentando un pezzo metallico – una fusione in acciaio del peso di circa 8 tonnellate – con il carroponte, una parte del pezzo si è sganciata da un’altezza di circa 4 metri e lo ha colpito alla testa procurandogli una ferita lacerocontusa.

Per la movimentazione del pezzo l’operatore ha utilizzato per l’aggancio al carroponte i canali di colata (tubi di acciaio) che poi vengono successivamente tagliati ed eliminati. Per cause ancora da accertare il canale di colata si è rotto colpendo il lavoratore al capo nella caduta. Il peso del pezzo che lo ha colpito è di circa 25 chili.

L’infortunato, sempre rimasto cosciente, è stato trasportato con codice giallo al pronto soccorso dell’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, dove sono in corso accertamenti, ma non è in pericolo di vita.

Sul posto per i primi rilievi si sono recati i tecnici della Prevenzione dell’ufficio Psal di Albino, Ats Bergamo.

Così commenta Sergio Piazzolla, responsabile area specialistica igiene e sicurezza del lavoro dell’Ats:  “Sono in corso di verifica le modalità di aggancio del pezzo al carroponte, la congruità degli accessori di sollevamento utilizzati e le procedure operative predisposte dall’azienda per queste operazioni. In via generale per movimentare pezzi di così grande ingombro e peso è necessario predisporre prioritariamente uno studio delle modalità di aggancio ed una valutazione della buona tenuta del carico da parte dei segmenti di esso scelti per l’ancoraggio e il sollevamento. È ovviamente importante anche indicare e mantenere una posizione quanto più in sicurezza dell’operatore rispetto al carico quando questo è sollevato”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.