BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

A Fontanella le multe si pagano tagliando l’erba e riparando le buche

Lunedì 15 luglio è stata firmata la convenzione tra il ministero della Giustizia e il Comune della Bassa

Lavori di pubblica utilità come sanzione sostitutiva per reati non gravi. Succederà a Fontanella, grazie alla convenzione tra il ministero della Giustizia e il Comune firmata dal primo cittadino del paese Mauro Brambilla lunedì 15 luglio.

La legge numero 120 del 2010 ha infatti introdotto il lavoro di pubblica utilità come sanzione sostitutiva per reati di non particolare gravità.

“Questa convenzione – spiega il sindaco Brambilla – è stata uno dei temi ritenuti prioritari proprio perché ha diversi benefici. Si tratta di un progetto fondato sui valori della solidarietà sociale e della rieducazione che porta un ulteriore supporto ai Comuni per i lavori di manutenzione e soprattutto non ha costi”.

La convenzione prevede l’accesso per un numero massimo di sei persone e l’attività non retribuita in favore della collettività sarà svolta in conformità a quanto disposto nella sentenza di condanna, nella quale il giudice indica la durata del lavoro: “Le prestazioni – continua il primo cittadino – riguarderanno soprattutto il lavoro nella manutenzione, nel decoro di beni del patrimonio e del verde pubblico e altre prestazioni di lavoro di pubblica utilità pertinenti la specifica professionalità del condannato”.

“Ringrazio il consigliere delegato ai Servizi alla Persona Stefania Piccardo, tutto il gruppo di maggioranza che in queste prime settimane di lavoro ha dimostrato di sapere svolgere un ottimo lavoro di squadra e i dipendenti degli uffici comunali – conclude Brambilla -, che da subito si sono adoperati per attivare questo nuovo e importante servizio per la comunità”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.