BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Cinghiali in Val Seriana, Carnevali (Pd): “Chiediamo al governo di intervenire”

La deputata bergamasca: "Le istituzioni si muovano velocemente"

A Bergamo, in Val Seriana, è allarme cinghiali: le bestie, tutt’altro che amichevoli, nei giorni scorsi hanno raggiunto il centro abitato di Cerete e si sono avvicinati anche a Songavazzo, creando preoccupazione tra gli abitanti.

Il problema è stato messo all’attenzione anche delle massime istituzioni a Roma, coinvolte dalla deputata Pd Elena Carnevali.

“L’invasiva presenza di cinghiali sul territorio dei comuni della Val Seriana, segnalata dal presidente della comunità montana Danilo Cominelli, è una problematica che abbiamo già avuto modo di discutere in parlamento e su cui si è già provato ad intervenire anche nella scorsa legislatura – dichiara Elena Carnevali, dell’ufficio di presidenza del gruppo Pd alla Camera -. C’è da parte nostra piena consapevolezza del problema, considerando anche che sono competenze coperte in parte anche dalle regioni”.

La deputata bergamasca Elena Carnevali
Elena Carnevali

“Alla Camera – continua Carnevali -, come Partito Democratico abbiamo già presentato diverse interrogazioni in merito, per chiedere di agire al più presto per un provvedimento che prevenga l’invasiva presenza di cinghiali e preveda indennizzi per i danni causati. In risposta alla nostra interrogazione, mercoledì 23 gennaio, il Ministero dell’agricoltura aveva dichiarato di aver condiviso un pacchetto di misure volte a rendere più incisivi gli strumenti di contrasto all’incremento delle popolazioni di cinghiali, con gli Assessori regionali, a cui deve però essere data concretezza attraverso una modifica della legge 157/92. Inoltre ha annunciato la formazione di un tavolo tecnico tra Ministero dell’agricoltura e Ministero dell’ambiente per adottare provvedimenti adeguati”.

“Siamo in attesa di questo tavolo – conclude la deputata bergamasca -, e intanto monitoriamo la situazione”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.