Universiadi, Alessandro Galeandro conduce la Nazionale Italiana di calcio al bronzo - BergamoNews
Napoli 2019

Universiadi, Alessandro Galeandro conduce la Nazionale Italiana di calcio al bronzo

L'attaccante dell'Albinoleffe, alla prima rete nella competizione internazionale, ha superato per 6-5 ai rigori la Russia

È arrivata dal calcio l’ultima medaglia della spedizione bergamasca alle Universiadi in corso a Napoli.

A salire sul podio partenopeo è stato l’attaccante dell’Albinoleffe Alessandro Galeandro che nel pomeriggio di sabato 13 luglio ha condotto gli azzurri al successo nella finale per il bronzo.

La formazione guidata da Daniele Arrigoni ha infatti superato ai calci di rigore la Russia per 6-5 al termine di un match che ha visto l’Italia condurre per 2-0 prima di farsi rimontare allo scadere dei tempi regolamentari.

In vantaggio al 12′ con Loris Zonta, l’undici tricolore ha raddoppiato grazie alla punta della squadra seriana che al 35′ ha capitalizzato l’assist di Riccardo Serena.

A rimettere in discussione il risultato è stato un fallo di Mario Mercadante che, atterrando in area Artem Yusupov, ha consegnato ai russi la possibilità di riaprire l’incontro con Nikita Salamatov e di ristabilire gli equilibri al ’93 con Mikhail Pogerov.

A decretare il vincitore sono stati infine i rigori sbagliati da Maksim Kuftin e dallo stesso Salamatov che con il suo errore ha aperto i festeggiamenti di Galeandro e compagni.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it