BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Traversata a nuoto del Sebino: parteciperanno gli atleti con Parkinson

Una gara di 2,8 km, da Lovere a Pisogne

Si terrà domenica mattina, 14 luglio, la quinta edizione della traversata del Lago d’Iseo da Lovere a Pisogne, gara di nuoto in acque libere sui laghi del territorio camuno e Sebino, organizzata dalla Federico Troletti Team. Quasi 3mila metri di bracciate e fatica, con la prima metà del percorso in acque aperte mentre nella seconda metà invece si nuota paralleli ai canneti dell’alto lago. La partenza è fissata alle  10 sul lungolago di Lovere, in zona imbarcadero, mentre l’arrivo dei primi atleti è previsto circa mezz’ora più tardi a Pisogne, dove alle 12 verranno effettuate in piazza le premiazioni.

Dopo gli ottimi successi di partecipazione e di pubblico degli altri anni, la “Lovere Pisogne Swim 2.8” – il numero indica i chilometri che separano i porti dei due paesi – sarà una sfida per più di 250 atleti, dato che significa un centinaio più dell’anno scorso. Ma oltre al gran successo quantitativo, quest’anno la manifestazione di caratterizza positivamente anche sul fronte della qualità dei nuotatori.

GLI ATLETI PARKINSONIANI

Tra tutti scenderanno in acqua due atleti da seguire con attenzione: Cecilia Ferrari e Stefano Ghidotti, atleti con la sindrome di Parkinson: Cecilia è una paziente del Centro di terapia del Parkinson di Boario Terme, che ha già nuotato con successo la traversata dello Stretto di Messina l’anno scorso e si ripresenterà anche quest’anno Stefano è un atleta di triathlon che ha scoperto di avere la malattia di Parkinson due anni fa ed ha reagito fondando l’associazione Parkison & Sport a Palazzolo sull’Oglio.

“Gli atleti – spiegano gli organizzatori – hanno accettato la sfida della traversata Lovere-Pisogne per dimostrare in prima persona che le persone con il Parkinson possono continuare a vivere una vita intensa e di soddisfazione, seguendo le loro passioni e realizzando anche i sogni nel cassetto con progetti sfidanti, e che è possibile rallentare lo sviluppo della malattia e contenere i sintomi”.

UNITED FOR PARKINSON

Per sostenere e fare festa a questi atleti coraggiosi e determinati, il Centro Parkinson di Boario e l’associazione Parkinson e Sport hanno organizzato l’iniziativa “United for Parkinson”, con la presenza di un gazebo a Pisogne da cui seguire la gara, trovare gadget della giornata ed il personale delle due organizzazioni che sarà in grado di rispondere a domande sul Parkinson e sulle loro attività a sostegno delle persona affette da questa sindrome neurologica invalidante progressiva. Seguirà un pranzo, sempre a Pisogne, al ristorante Goen, insieme agli atleti parkinsoniani per conoscere la loro storia e le loro testimonianze su come mantenere la qualità della vita nelle situazioni di difficoltà. Saranno presenti anche medici neurologi e persone parkinsoniane in rappresentanza delle principali associazioni nazionali contro il Parkinson e per i diritti dei malati.

La partecipazione al pranzo è possibile con iscrizione (telefonare ai numeri: cell. 347 52 00 881  oppure tel. 0364 194 6205 Centro Parkinson Boario)-

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.