BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Comunità Montana, trattativa con Lobati? Tensioni nel centrosinistra

L'ipotesi di un accordo. Critica una parte dell'opposizione, fino a poco tempo fa compatta nel dare battaglia sui fondi Bim destinati a Foppolo

I loro nomi, in valle, circolano da un bel po’. Jonathan Lobati (sindaco di Lenna) e Fabio Bonzi (Dossena) sono al momento i candidati più accreditati alla presidenza della Comunità Montana Valle Brembana.

Amministratori giovani, ma con una buona dose d’esperienza: trentenni, al secondo mandato, sono stati rieletti dopo aver raggiunto in un batter d’occhio il quorum alle amministrative del 26 maggio. Molte cose in comune, non l’orientamento politico: centrodestra il primo, centrosinistra il secondo.

L’elezione della nuova Giunta e del nuovo presidente – che prenderà il posto di Alberto Mazzoleni – sta però creando più di un malumore nella vecchia minoranza, fino a qualche mese fa estremamente compatta nel dare battaglia sui fondi Bim (poi revocati) destinati al comprensorio di Foppolo messo in ginocchio dalle inchieste.

Da un lato c’è chi preferirebbe un cambiamento radicale rispetto al passato (soprattutto per le polemiche sorte negli ultimi anni, segnati dalla vicenda Foppolo che non ha mancato di gettare interrogativi sull’operato della stessa Comunità Montana) come il sindaco di Olmo al Brembo Carmelo Goglio e quello di San Pellegrino Vittorio Milesi. Dall’altro, chi vorrebbe privilegiare la strada del dialogo, puntando su una maggioranza con numeri più forti: i sindaci di Dossena, San Giovanni Bianco e Averara.

L’ipotesi di una trattativa ha fatto dunque storcere il naso a qualche amministratore dell’opposizione. “In questa fase è importante mantenere la calma – commenta il sindaco di Dossena, Fabio Bonzi -. L’obiettivo è condividere il lavoro portato avanti con tutti i sindaci, nessuno escluso. Ai colleghi consiglio di stare tranquilli, perché al momento non è stato raggiunto nessun accordo”. Il tavolo è quindi aperto, ma secondo i ben informati una fumata bianca non sarebbe poi così scontata. Si attendono sviluppi.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.