BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Mia figlia autistica e i tanti ostacoli verso il diploma: ora che gioia, sono commossa”

Daniela Vanillo ci racconta uno dei momenti più belli della sua vita: "Ringrazio chi l'ha aiutata in questo percorso"

Più informazioni su

Lei si chiama Daniela Vanillo, ha 57 anni ed è bergamasca. Abbiamo già parlato di lei e di sua figlia 24enne Giorgia Maria, autistica, dei tanti ostacoli che le due hanno dovuto affrontare in questi anni. Ma stavolta Daniela ci racconta, commossa, uno dei momenti più belli della sua vita: qualche giorno fa Giorgia Maria ha superato l’esame ha ottenuto il diploma di Maturità, tra l’altro con un ottimo voto: 88.

“Quanti ostacoli anche nel mondo della scuola, per una madre che ha una figlia affetta da autismo. Le ricordo tutte, le facce, quelle che ho incontrato nella scuole, compresi tutti i discorsi faticosi e tutta quella carta da presentare. Le promesse di “inclusione” le buone intenzioni iniziali, i cavilli e i mancati sostegni… le esclusioni.

Tutto è iniziato molti anni fa, con l’iscrizione a un liceo artistico, dove l’inclusione era solo sulla carta. Come risultato dopo cinque anni, il conseguimento del certificato delle competenze. Un bel pezzo di carta stampato su una carta di “finto diploma”.

Ho provato a cercare di risolvere il problema dato che mia figlia doveva ricominciare gli studi, come se avesse appena terminato la terza media. Poi, la svolta. Avevo sentito parlare benissimo del Centro Studi Leonardo Da Vinci di Bergamo, e dopo la delusione, mi sono fatta coraggio e ho parlato con il preside, il prof Luca Radici e la coordinatrice , che si occupa dei ragazzi con disabilità, la professoressa Chiara Possenti. Subito mi sono sentita a casa.

Ho capito che c’era la voglia di capire, di analizzare la situazione è di prendere in carico la situazione. Quest’anno finalmente, con grande felicità, mia figlia ha superato brillantemente l’esame di Maturità al Centro Studi Leonardo Da Vinci che l’ha accompagnata in modo serio e magistrale verso il diploma.

Si parla tanto di inclusione ma l’inclusione è un insieme di fatti coordinati e continuativi non lasciati al caso.

Riporto una parte del brano della relazione presentata da Giorgia Maria alla Maturità:

Mia madre, che adoro, mi ha sempre considerata una bambina particolare ed ora una ragazza speciale e talentuosa. Il suo metodo di comunicazione, mi ha portata a trasformare il mio pensiero, (che predilige le immagini) in parole capaci di raccontare e di raccontarmi. Sono una ragazza “Asperger con una sindrome che ha una diversa concezione della realtà: sento in modo diverso, ascolto voci e rumori in modo preciso, sono disturbata dai rumori particolari ed improvvisi. Mia madre dice che ogni volta che esprimo dei concetti sulla vita, partendo da presupposti sconosciuti, gli regalo un tesoro, qualcosa che vuole che sia regalato anche al mondo sociale. La decisione di affrontare questo percorso è l’inizio della mia futura interazione sociale, che è la parte più difficile. Da tempo ho smesso di guardare con severità l’autismo, mi sono invece concentrata su ciò che esiste dentro me, la base da cui partire per ciò che voglio essere. Sono solo in gara con me stessa e non con gli altri, d’altronde ho compreso che i funzionamenti hanno mille colori. Questa è la scoperta più bella! In fondo, tutti siamo specialisti di noi stessi, dei nostri funzionamenti, l’importante e’ crederci ed esserne consapevoli.

Ringrazio anche tutti gli insegnanti che hanno aiutato Giorgia nello studio e nella ricerca del materiale migliore per la preparazione, i professori Francesca Lanfranchi, Benedetta Tibaldi, Vanessa Ghislanzoni, Ornella Imbesi, Cristina Fratus, Eleonora Mazzuccotelli, Anna Giaccari, Matteo Falcone, e l’instancabile Chiara Possenti”.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.