BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ortofrutta

Informazione Pubblicitaria

Bianchi o verdi, al mercato è tempo di fagiolini: gustateli gratinati

Per la propria spesa dal fruttivendolo o dall’ambulante di fiducia se ne possono trovare in buoni quantitativi e c’è un’ottima disponibilità di raccolto con origine locale.

Sono i fagiolini verdi di tipo Boby il prodotto della settimana al mercato ortofrutticolo bergamasco. Per la propria spesa dal fruttivendolo o dall’ambulante di fiducia se ne possono trovare in buoni quantitativi e c’è un’ottima disponibilità di raccolto con origine locale.

La forbice dei prezzi è piuttosto ampia in virtù di una significativa differenza di qualità fra quelli raccolti a macchina, necessariamente meno selezionati, e quelli raccolti a mano, scelti uno per uno e quindi di maggior pregio. Per distinguerli a primo sguardo basta osservare il loro aspetto: i primi sono tagliati alle estremità mentre i secondi sono interi e presentano ancora il peduncolo.

Una curiosità: oltre alle più numerose varietà verdi sono reperibili gli esemplari di colore bianco di tipo Anellini, una produzione più delicata e dai volumi contingentati. Voi li avete già assaggiati?
Entrambe le tipologie sono ricche di proprietà per la salute e il benessere dell’organismo. Innanzitutto contengono vitamine (A, B6, B9, B12 e C) e fibre, ma non mancano di minerali come il potassio. La presenza di sostanze antiossidanti, invece, li rende utili nella protezione della cornea, della pelle e dei tessuti.
Inoltre, generalmente, questi ortaggi vengono ritenuti alleati contro la stitichezza e contribuiscono a garantire un regolare transito intestinale.

In cucina si possono consumare in insalata, conditi con olio e aceto o limone, oppure cucinati in padella, per esempio col pomodoro. Si abbinano molto bene anche con l’aglio, crudo o cotto, il pesto alla genovese, i formaggi, le patate lessate, la carne di maiale (i fondi di cottura con salsiccia o pancetta, oppure negli spezzatini di maiale).

Un consiglio: al momento dell’acquisto è preferibile scegliere i fagiolini che hanno una consistenza soda ma morbida, mentre la buccia deve essere di colore brillante e priva di ammaccature.

Dando uno sguardo più in generale al mercato ortofrutticolo si nota una buona disponibilità di albicocche. Nella massa anche la qualità è soddisfacente e i prezzi sono ancora convenienti per il consumatore a eccezione di qualche particolare varietà che ha fatto ora il suo esordio sulla piazza.

Sono in contrazione i volumi delle ciliegie: la produzione degli areali che distribuiscono i maggiori quantitativi volge al termine e gli approvvigionamenti provengono da zone collocate ad altitudini superiori. È il caso del Trentino Alto Adige, da dove arriva un prodotto particolarmente selezionato, belle da vedere e buone da mangiare. Al momento un ruolo da protagonista spetta alla varietà Kordia, caratterizzata dalla buccia color rosso scuro.
La presenza di minori quantitativi e una qualità top spingono le quotazioni verso l’alto, a fronte di un’attenzione in calo da parte della clientela: se prima l’interesse verso questi frutti era generalizzato ora tende a ridursi a chi è alla ricerca di questo prodotto.

Aumenta l’offerta di fichi e le loro compravendite diventano più significative. Il luogo d’origine è soprattutto la Puglia e i valori di mercato sono proporzionali all’inizio della stagione.

È buona la presenza di pesche e nettarine, anche se in gran parte hanno pezzature medio-piccole: queste si possono comprare a condizioni vantaggiose per il cliente, mentre quelle più grandi hanno costi più sostenuti.

Migliora la qualità dell’uva da tavola con una buona disponibilità della varietà Vittoria per chi preferisce gli acini bianchi e la Black Magic per quelli neri.

Prosegue il periodo nero dei meloni: i consumi sono coerenti alla stagione ma i frutti sono pochi e le quotazioni continuano a salire senza controllo. I prezzi sono superiori alla stagione anche per le angurie, ma per loro la prospettiva nel medio periodo è più confortante: dovrebbero stabilizzarsi e soddisfare la richiesta con prezzi entro valori più consoni al periodo.

Sono stabili le quotazioni dei piccoli frutti, acquistabili anche freschissimi, offerti dalla produzione locale. Le referenze principali sono mirtilli, more e lamponi e i luoghi d’origine Lombardia, Piemonte e Trentino.

Passando al comparto orticolo, è in calo il prezzo delle cipolle, che tendono a stabilizzarsi entro valori più regolari perché è cominciata in modo più consistente l’offerta del nuovo raccolto nazionale da centro e sud Italia. Contestualmente, è stabile la cipolla di Breme e rimane buona la disponibilità di cipolla rossa di Tropea.

Aumentano le quotazioni dei pomodori cuore di bue, che al momento provengono principalmente da Lombardia e Piemonte. Le richieste sono cospicue, ma si è verificata una temporanea contrazione nei raccolti e quindi negli approvvigionamenti.

Per concludere, diminuiscono i costi dei peperoni olandesi accanto ai quali c’è la valida alternativa dell’Italia centro-meridionale, sul finire delle settimana risultano in deciso aumento i prezzi delle zucchine per le quali si rileva un improvviso vuoto d’offerta. La disponibilità di queste ultime non entusiasma e risente dei repentini sbalzi di temperatura di questi mesi.

La ricetta della settimana

fagiolini gratinati

FAGIOLINI GRATINATI AL FORNO (da GialloZafferano)

Ingredienti

Fagiolini 800 g
Aglio 1 spicchio
Pane Raffermo 40 g
Pecorino 2 cucchiai
Sale q.b.
Olio Di Oliva q.b.
Basilico q.b.

Preparazione

Eliminate le estremità non edibili dai fagiolini. Sciacquateli molto bene sotto il getto di acqua corrente poi lessateli in acqua bollente, appena salata.

Scolateli bene e sistemateli in una teglia da forno, abbastanza capiente.

Mescolateli con il pane raffermo sbriciolato finemente, l’aglio in fette, il pecorino grattugiato, il sale, il pepe, qualche foglia di basilico fresco ed un filo di olio evo.

Infornate in forno ventilato già caldo a 180 gradi per circa 10-15 minuti.

Servite i fagiolini gratinati al forno tiepidi, arricchiti al momento con ancora qualche fogliolina di basilico fresco…Un ottimo contorno!

 

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.