BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Una nuova pista di downhill a Piazzatorre: “Nata dall’amore per la montagna”

Il progetto è di due ragazzi, Matteo Ghislandi e Matteo Clauti: sabato 13 l'inaugurazione

Riapre per la stagione estiva, sabato 6 luglio, la seggiovia quadriposto Gremei1 a Piazzatorre, che permette di raggiungere il Monte Torcola. Una struttura che consente il trasporto in quota non solo di pedoni e turisti, ma anche di bikers che vogliano cimentarsi sulle piste di downhill, denominate “Lovebikepark”, dove il prossimo 13 luglio verrà inaugurata una nuova pista per la discesa in mountain bike.

“Una pista di livello intermedio, più scorrevole e meno tecnica rispetto a quella creata lo scorso anno, pensata anche per il divertimento dei neofiti della disciplina – spiega Gaetano Bonetti, consigliere delegato al turismo del Comune di Piazzatorre -. L’anno scorso abbiamo iniziato questo progetto in funzione delle attività agonistiche, mentre il nuovo tracciato di quest’anno è stato creato anche pensando a chi vuole iniziare a cimentarsi nel downhill”.

Un percorso di 2,5 chilometri, con un dislivello dai 1100 ai 1550 metri, che si sviluppa di fianco alla pista da sci che dal rifugio Gremei porta alla base degli impianti, attraversando la pineta. Un progetto, supportato dal comune e dalla società impianti Monte Torcola srl, ideato e realizzato in un paio di mesi (maggio-giugno) da Matteo Ghislandi e Matteo Clauti dell’associazione sportiva 4T Project (iscritta all’albo delle associazioni sportive italiane alla Federazione Ciclistica Italiana e al CONI), che curerà anche la gestione del bikepark.

Matteo Ghislandi e Matteo Clauti, ideatori della nuova pista
Downhilla Piazzatorre

“Un progetto, quello del Lovebikepark, nato, come dice il nome, dall’amore per la natura, la montagna e la bicicletta – spiega Matteo Testa, presidente di 4T Project -. La pista inaugurata lo scorso anno è una vera pista da downhill, con pendenze e rocce, più tecnica, che può essere maggiormente apprezzata da chi ha già un livello tecnico importante in questa disciplina. La nuova pista, che apriremo in questi giorni, ha invece pendenze meno accentuate, senza rocce, con terreno completamente battuto, caratterizzato anche da salti e sponde. È stata pensata anche per i neofiti, che possono provare il tracciato anche con una mountain bike di buon livello”.

Quest’anno, poi, sulla prima pista agonistica (“Back to the roots”), il Lovebikepark di Piazzatorre ospiterà, il 7 settembre (con le prove) e l’8 settembre (gara), la finale del circuito National Downhill Series 2019 (organizzato da 4T Project e GardaProBike), valida anche per il campionato regionale Lombardia 2019, con l’assegnazione delle maglie di campioni regionali.

“Abbiamo forti aspettative, anche perché il riscontro, in particolare sul web e sui social, è stato ottimo – spiega ancora Bonetti -. Le potenzialità del progetto sono ampie, contiamo di avere un riscontro positivo anche in termini di presenze, perché l’impianto di risalita necessita di numeri abbastanza alti per poter essere messo in funzione”. Un progetto ambizioso, da completare nel corso del tempo: “l’intento è quello di realizzare ogni anno una nuova pista, per far crescere e diversificare le possibilità del bike park”.

“Vogliamo accontentare tutti, dal principiante all’esperto – questo il desiderio di Matteo Testa -. Il Lovebikepark di Piazzatorre vuole essere valido sia per gli atleti di livello sia per i neofiti che vogliono divertirsi cimentandosi in una nuova disciplina. Il nostro obiettivo è quello di fornire ad ognuno la pista più adatta alle proprie caratteristiche”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.