BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Un libro sconvolgente, uno schiaffo che colpisce: “La via del tabacco” di Caldwell

Paolo della libreria "Il Parnaso"di Ponteranica questa settimana ci consiglia il romanzo "La via del tabacco", recentemente ristampato da Fazi

Più informazioni su

Paolo della libreria “Il Parnaso”di Ponteranica questa settimana ci consiglia il romanzo “La via del tabacco” di Erskine Caldwell.

A volte capita la fortuna di imbattersi quasi per sbaglio in un libro capace di scioccarci come un’improvvisa doccia gelata in un pomeriggio torrido.

Così è per “La via del tabacco” di Caldwell, scritto nel 1932 e recentemente ristampato da Fazi insieme agli altri due suoi capolavori (“Il piccolo campo” e “Fermenti di luglio”).

Si fa quasi fatica a descriverlo utilizzando aggettivi convenzionali come “bello”, “interessante”, “avvincente” e via dicendo. È invece decisamente un libro sconvolgente. Uno schiaffone che arriva improvviso e ci colpisce implacabile.

Siamo nel profondo Sud degli Stati Uniti. Gli anni sono quelli difficilissimi della Grande Depressione. Il romanzo gira tutto intorno ad un pugno di personaggi che si muovono attorno ad una decadente fattoria con il suo piccolo terreno ormai da tempo incolto e abbruttito come le anime che lo abitano.

Nel giro di un paio di giornate seguiamo le vicende rocambolesche della famiglia Lester, aggrappata con le unghie e con i denti a quel mondo rurale ormai in rovina e fieramente contraria all’idea di trasferirsi come tutti gli altri in città, a lavorare in qualche nuova fabbrica.

Letto così può sembrare di trovarsi in un libro di Steinbeck e si può scorgere persino l’ombra di personaggi fatti di eroismo e dignità. Beh, non è così. Possiamo anzi dire senza paura di esagerare che i tre veri protagonisti della vicenda siano invece gli istinti più bassi dell’animo umano, l’ignoranza più bieca e una povertà (anche di spirito) assoluta. La violenza brutale e insensata a cui spesso assistiamo è quindi solo la diretta conseguenza di tutto ciò.

L’elemento però che ci colpisce di più è una sorta di ironia che pagina dopo pagina si fa sempre più insistente e che deriva dal fatto che tutto è talmente eccessivo, improbabile e senza senso da apparire quasi caricaturale, nonostante quasi paradossalmente non si esca mai dai confini di un crudo realismo.

Inoltre l’autore ci descrive ogni cosa omettendo il benché minimo giudizio morale, ma calandosi anzi in pieno nelle logiche barbare e spaventose che guidano le azioni della famiglia Lester.

L’amaro in bocca però quello rimane. Sì, perché si capisce chiaramente che Caldwell nonostante tutto voglia denunciare con il suo libro la condizione socioeconomica a dir poco critica degli Stati del Sud negli anni ’30 e narrare la disperata lotta per la sopravvivenza del mondo contadino.

Non abbiate dunque paura del primo getto che vi colpirà, a volte una bella doccia gelata è proprio quel che ci vuole, soprattutto se siete lettori curiosi e non vedete l’ora di sobbalzare sulla vostra sdraio!

CLASSIFICA DELL’ULTIMO MESE:

1. Andrea Camilleri, Il cuoco dell’Alcyon, Sellerio

Il cuoco dell'Alcyon

Il suicidio di un operaio appena licenziato e un imprenditore privo di scrupoli trovato assassinato con un colpo di pistola alla nuca. E poi c’è l’Alcyon, una goletta un po’ misteriosa, pochissimi gli uomini di equipaggio, niente passeggeri, la zona di poppa larga abbastanza per fare atterrare un elicottero. Per Montalbano a Vigàta tante gatte da pelare e il suo commissariato da difendere: qualcuno infatti sta tentando di farlo fuori… Un giallo d’azione, quasi una spy story dove si intrecciano agenti segreti, FBI e malavita locale. E un commissario irriconoscibile, che stupirà i suoi lettori

2. Greta Thunberg, La nostra casa è in fiamme. La nostra battaglia contro il cambiamento climatico, Mondadori

Libro Thunberg

Lo “sciopero della scuola per il clima” di una solitaria e giovanissima studentessa davanti al parlamento svedese è diventato un messaggio globale che ha coinvolto in tutta Europa centinaia di migliaia di ragazzi che seguono il suo esempio in occasione dei #Fridaysforfuture. Il suo libro è il manifesto del pensiero di una giovane saggia

3. Jeff Kinney, Diario di un amico fantastico. Il giornale di bordo di Rowley. Un libro Schiappa, Il Castoro

Diario di un amico fantastico

Greg Heffley, il protagonista del Diario di una Schiappa, ha un miglior amico. Si chiama Rowley Jefferson e questo diario è scritto da lui. Le storie di Greg questa volta sono raccontate da un narratore d’eccezione, uno dei personaggi più amati e divertenti della serie: l’intrepido e allegro Rowley Jefferson, che accetta di assumere il ruolo di biografo di Greg, raccontando tutta la storia del suo migliore amico, ovviamente dalla sua personalissima prospettiva. Fin dalle prime pagine, però, Rowley racconterà più di se stesso che del suo migliore amico… con grande disappunto di Greg! Con oltre 350 illustrazioni in bianco e nero “Diario di un amico fantastico” offrirà ai lettori l’occasione di vedere il mondo della serie da una prospettiva completamente nuova, con esiti esilaranti!

4. Erskine Caldwell, La via del tabacco, Fazi

La via del tabacco

5. Peter Wohlleben, La saggezza degli animali, Garzanti

La saggezza degli animali

I polli cresciuti all’aperto sono più felici? Che cosa sognano i cani? Quale senso del tempo ha una farfalla? Con la stessa inimitabile capacità di incuriosire con cui aveva descritto il linguaggio segreto degli alberi e grazie alla quale avevamo scoperto come le piante parlano, comunicano e si aiutano a vicenda, Peter Wohlleben rivolge ora la sua attenzione agli altri abitanti della foresta: gli animali. Scopriamo uccelli come il corvo imperiale, capace di provare amore e rimanere fedele al proprio partner per tutta la vita; ci accorgiamo, con un po’ di stupore, che alcuni animali hanno una consapevolezza emotiva della morte, e quasi ci commuoviamo leggendo della straordinaria empatia degli scimpanzé, capaci di adottare cuccioli orfani per proteggerli dai predatori. Peter Wohlleben sfata pregiudizi e ci invita a riflettere sulle conseguenze del nostro comportamento quotidiano, rendendo pagina dopo pagina sempre più evidente perché un atteggiamento attento nei confronti degli animali è un bene per noi umani e per il futuro del pianeta

6. Stefano D’Adda, Escursionismo nelle valli bergamasche. 60 itinerari per tutte le gambe e in tutte le stagioni, Lyasis

Escursionismo nelle valli bergamasche

Le nostre valli rappresentano da sempre un territorio privilegiato per l’escursionismo, che sulle sue montagne può essere praticato durante tutto l’anno. A distanza di dieci anni dalla prima edizione, questa guida si ripresenta al grande pubblico degli appassionati di montagna con una veste grafica ed editoriale completamente rinnovata. Gli itinerari sono stati tutti aggiornati e rivisti con un accurato controllo sul campo e sono arricchiti da nuove e dettagliate cartine a colori. Accanto alle gite che toccano i rifugi e le cime più alte e blasonate delle Orobie, ne troviamo altrettante che vanno alla scoperta degli angoli più sconosciuti ma di grande fascino, di valli nascoste, di sentieri quasi dimenticati… 60 proposte per tutte le gambe e in tutte le stagioni. Zaino in spalla dunque, e buon cammino!

7. Halldór Laxness, La campana d’Islanda, Iperborea

La campana d'Islanda

A volte triste, a volte strepitoso, ma sempre incalzante. La campana d’Islanda è allo stesso tempo un aggiornamento delle antiche saghe e una feroce satira sociale. Considerata l’opera più famosa di Laxness, pubblicata in tre volumi tra il 1943 e il 1946, ha reso l’autore un vero e proprio simbolo del paese: è il suo primo romanzo basato sulla storia nazionale, che racconta i difficili decenni tra la fine del XVII e l’inizio del XVIII secolo, quando l’Islanda è ancora una colonia danese, povera e oppressa da epidemie, morie di bestiame e scarsità di pesce, fattori che insieme causarono la morte di ben un terzo della popolazione. Protagonista indimenticabile è il contadino Jon Hreggvidsson, che dopo aver raccontato una barzelletta scherzosa sul re danese si ritrova fuggiasco e accusato dell’omicidio del boia del re

Il parnaso libri e natura
via ramera 94 – 24010 ponteranica (bg)
tel 035.4128187 – il_parnaso@libero.it
fb.com/ilparnasolibrienatura – http://www.ilparnaso.com/

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.