BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Italia, con l’Olanda è dura: cuore e la grinta di Giacinti per centrare la semifinale

Alle 15 le ragazze di Bertolini cercano lo storico pass per la semifinale mondiale: di fronte una squadra tostissima.

La storia è già fatta ma questa Nazionale non si vuole porre limiti: le ragazze terribili di Milena Bertolini sabato alle 15 affrontano l’Olanda nel terzo quarto di finale del Mondiale femminile in corso in Francia.

Inghilterra e Stati Uniti hanno già fatto il loro dovere, superando Norvegia e le transalpine e si scontreranno dall’altra parte del tabellone, mentre la vincente tra le Azzurre e le “Oranje” si incrocerà con la semifinalista uscente dalla sfida Germania-Svezia.

Un successo comunque vada? Vero, ma arrivate a questo punto sarebbe un peccato non provarci, con la consapevolezza di avere di fronte le campionesse d’Europa in carica.

La ct Bertolini lo sa ma nella conferenza stampa della vigilia non si è nascosta: “Sono fiduciosa – ha debuttato – L’ondata di affetto che arriva dall’Italia si percepisce e aiuta molto queste ragazze che stanno facendo qualcosa di veramente bello perché hanno una missione, lo ripeto sempre”.

L’Olanda ha talento, tanto, soprattutto quando attacca: ecco perchè sarà ancora più importante confermare la solidità difensiva che è stato il tratto distintivo fin qui delle Azzurre, con Gama-Linari a difendere centralmente Giuliani, Guagni e Bartoli a tarpare le ali olandesi e spingere sugli esterni.

E poi la qualità indossa anche la maglia azzurra: Giugliano in regia ha regalato sprazzi di classe, Galli è stata provvidenziale e Cernoia una certezza. Saranno probabilmente loro tre a ispirare il terzetto composto da Girelli, Bonansea e Giacinti.

Proprio l’attaccante bergamasca, bomber del Milan, si è sbloccata contro la Cina: una partita da migliore in campo, con un gol fatto e uno annullato, mille corse a perdifiato da una parte all’altra del campo e tanta, tantissima determinazione.

Sono le armi giuste, per contrastare l’Olanda e provare a centrare un obiettivo insperato alla vigilia del Mondiale quando la speranza era quella di arrivare agli ottavi di finale: le Azzurre ci sono, dietro di loro un’intera nazione che spinge (LEGGI L’INTERVISTA A MAURIZIA CACCIATORI).

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.