BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Val Brembilla e Sant’Omobono, che botta: tagliati i contributi per le fusioni

Rispettivamente di 178mila e 142mila euro, Antonio Misiani ed Elena Carnevali (PD): "Netto passo indietro rispetto allo sforzo di riduzione della frammentazione amministrativa messo in atto nella scorsa legislatura"

Centosettantottomila e centoquarantaduemila euro in meno rispetto a quanto previsto.

È un duro colpo quello che incassano i Comuni di Val Brembilla e Sant’Omobono Terme dopo il taglio dei contribuiti ai Comuni nati da fusione.

“È un grave errore – commentano i parlamentari bergamaschi Antonio Misiani ed Elena Carnevaliun netto passo indietro rispetto allo sforzo di riduzione della frammentazione amministrativa che era stato messo in atto nella scorsa legislatura. I cittadini avevano liberamente votato a favore delle fusioni anche in relazione ai notevoli contributi che la legge garantiva per dieci anni ai comuni nati da fusione. I comuni a loro volta contavano moltissimo su quelle risorse”.

“Questo patto – continuano i due rappresentanti del Partito Democratico – è venuto meno, con un taglio secco deciso unilateralmente dal governo nazionale. Il PD aveva posto il problema in sede di legge di bilancio chiedendo al governo di aumentare sensibilmente i 46 milioni stanziati ma le nostre sollecitazioni sono rimaste inascoltate. Ora i nodi vengono al pettine e anche nella nostra provincia il taglio è molto forte: Val Brembilla passa da 720 a 542 mila euro, mentre S. Omobono Terme da 571 a 429 mila. Nel complesso, la riduzione sfiora il 25 per cento. Torneremo ad incalzare il governo su questo tema. Siamo convinti che la cooperazione tra i comuni e la libera fusione di alcuni di essi sia la via maestra per garantire a tante piccole comunità locali servizi pubblici di qualità e concrete prospettive di sviluppo.”

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.