BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Niente condizionatore? Con il sale puoi stare più fresco: ecco come utilizzarlo

Ecco alcuni metodi che permettono di sfruttare il potere del sale che non tutti, ancora, conoscono

Più informazioni su

C’è chi abusa dell’aria condizionata e trasforma gli ambienti interni in una cella frigorifera e chi, invece, non ce l’ha e se la sogna di notte, rotolandosi nel letto per cercare la parte più fresca del cuscino. Sopravvivere è possibile. Ecco alcuni trucchi fai da te per affrontare il caldo torrido anche senza aria condizionata. Esistono infatti alcuni metodi casalinghi che permettono di rinfrescare l’abitazione anche senza aria condizionata.

La maggior nemica della frescura, che aumenta la nostra percezione del caldo, e di conseguenza il nostro sconforto, è l’umidità.

È possibile creare un deumidificatore naturale con il sale, ingrediente poco costoso che può aiutarci in questo compito grazie alla sua proprietà di osmosi, che permette di attirare a sé l’acqua anche sotto forma di vapore.

Ecco alcuni metodi che permettono di sfruttare questo suo potere.

Sale in vaschetta
Prendere un contenitore di plastica con coperchio, come quelli che si usano per conservare il gelato. Bucherellare il coperchio e posizionarci sopra 100 g di sale grosso contenuto in un sacchetto di organza chiuso. Il sale attirerà a sé l’umidità, facendo in modo che l’acqua si raccolga sul fondo della vaschetta. Più il livello dell’acqua sale, più l’umidità della stanza è alta.

Sale e scolapasta
Posizionare uno scolapasta su una ciotola, coprirlo con un telo da cucina e cospargerlo con 100/150 g di sale grosso, a seconda delle dimensioni della stanza.

Lampada di sale
In commercio è possibile reperire le lampade di sale dell’Himalaya, che una volta scaldato assorbe l’umidità presente in casa. È importante che queste lampade non vengano poggiate direttamente sui mobili ma su un supporto di legno

Sale e bottiglia di plastica
Tagliare in due una bottiglia di plastica, la parte inferiore deve essere più alta di quella superiore. Depositare il sale grosso sul fondo (calcolare 150 g di sale ogni 10 mq) e coprire con l’altra metà della bottiglia. Porre la bottiglia in frigorifero per dieci ore, poi posizionarla in un angolo della casa. Dopo 3-4 giorni il sale sarà umido e bisognerà ripetere il trattamento in frigo.

Per non creare ulteriore umidità, è consigliato fare la doccia nelle ore più fresche della giornata per non peggiorare la situazione con vapore e condensa, e non stendere troppo il bucato in casa.

Anche immergere nell’acqua le estremità delle tende e lasciare che la brezza notturna passi attraverso il tessuto bagnato, può rinfrescare l’abitazione.

Qualora inoltre, si avesse la necessità di raffreddare una stanza ma non si disponga di un condizionatore, è possibile improvvisarne uno fai da te. Basta puntare un ventilatore verso delle bacinelle con acqua fredda e cubetti di ghiaccio, in modo tale che l’aria proveniente dalle tinozze rinfreschi l’ambiente. Una premura: ricordate che i ventilatori hanno lo scopo di rinfrescare le persone e non i locali con l’effetto di raffreddamento del vento, quindi è inutile lasciarli vorticare se nella stanza non c’è nessuno.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.