Caldo record e convogli senza aria condizionata: Trenord cancella le corse - BergamoNews
Trasporti

Caldo record e convogli senza aria condizionata: Trenord cancella le corse

Otto treni soppressi giovedì 27 giugno

Il caldo record che sta facendo boccheggiare anche i lombardi porta alla cancellazione di alcuni treni. Impensabile, in giornate così, far partire dei convogli che non hanno l’aria condizionata a bordo.

Questo la comunicazione di Trenord: “Il giorno 27 giugno 2019, per assicurare manutenzione straordinaria delle carrozze dotate dei sistemi di condizionamento più vetusti, che potrebbero non funzionare adeguatamente o andare in blocco a causa delle eccezionali temperature di questi giorni, Trenord ha predisposto la rimodulazione d’alcune corse”.

Nello specifico sono state soppresse le seguenti corse:

Linea Bergamo Milano
– 10803 (MILANO PORTA GARIBALDI 07:22 – BERGAMO 08:23)
– 10807 (MILANO PORTA GARIBALDI 16:22 – BERGAMO 17:25)
– 10812 (BERGAMO 18:30 – MILANO PORTA GARIBALDI 19:33)

Linea Milano-Verona
– 2054 (VERONA PORTA NUOVA 05:45 – MILANO CENTRALE 07:35) .
– 10718 (BRESCIA 07:06 – MILANO GRECO PIRELLI 08:26)
– 2055 (MILANO CENTRALE 06:25 – VERONA PORTA NUOVA 08:15)
– 2060 (VERONA PORTA NUOVA 08:40 – MILANO CENTRALE 10:35)

Linea Treviglio-Cremona
– 10458 (CREMONA 06:35 – MILANO PORTA GARIBALDI 08:33)

leggi anche
  • Il racconto
    “Caldo, treni in ritardo e senza aria condizionata: la mia odissea per tornare a casa”
    Treno ritardo
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it