BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Brembo Ski, asta ancora deserta. Carona e l’ipotesi cordata: “Siamo ai dettagli”

Il sindaco Pedretti: "A metà luglio chiederemo ai curatori l’affitto degli impianti"

Era previsto: anche la terza asta dei beni della Brembo Super Ski è andata deserta. Ora il Comune di Carona sta definendo la cordata con alcuni imprenditori per chiedere l’affitto degli impianti in Val Carisole.

“Stiamo definendo gli ultimi dettagli. Ci stiamo muovendo nel modo più discreto possibile, ma assicuro che si tratta di uno sforzo notevole”. Giancarlo Pedretti, sindaco di Carona, sceglie di essere cauto in riguardo alle ultime fasi per la composizione di una cordata, formata dal Comune e alcuni imprenditori, per chiedere l’affitto con proposta irrevocabile d’acquisto delle seggiovie Alpe Soliva, Conca Nevosa e Valgussera a Carona.

La soluzione sembra ormai la più praticabile, visto anche l’esito della terza asta della Bss – fallita a febbraio 2017 – relativi al comprensorio Carona-Carisole. “Con l’aiuto di pochi ma forti imprenditori, vogliamo presentarci entro metà luglio dai curatori per chiedere l’affitto degli impianti” spiega ancora Pedretti.

Una richiesta d’affitto che, abbinata ad una proposta irrevocabile d’acquisto, dovrebbe avere un riscontro in tempi rapidi da parte dei curatori. “Presentandoci entro metà luglio avremo la possibilità di organizzare la prossima stagione invernale, sia per quanto riguarda promozione, marketing e prezzi, sia per quanto riguarda la programmazione della manutenzione”. L’obiettivo primario è quello di avere in gestione dai curatori gli impianti, in modo da riuscire a programmare in tempo utile la stagione invernale. In attesa poi della quarta asta, prevista in autunno.

In quella sede, l’offerta dovrà superare quella contenuta all’interno della proposta irrevocabile d’acquisto della cordata: in caso di ennesima asta deserta, invece, il gruppo guidato dal Comune rileverà gli impianti e la gestione. “Saremmo soddisfatti in ogni caso – dice Pedretti -. Se dovesse andare a buon fine l’asta in autunno, avremmo uno o più investitori interessati agli impianti che possano mettere capitali per il rilancio”.

La composizione della cordata sarà definita entro i primi dieci giorni di luglio, per poi presentarsi dai curatori entro metà luglio. “Lo sforzo che stiamo facendo è quello di avere una società pronta per l’affitto degli impianti – conclude Pedretti – ma è indubbio che l’obiettivo, con la proposta vincolante d’acquisto, è quello di investire e dare nuova vita agli impianti”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.