BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Istituto Leonardo da Vinci

Informazione Pubblicitaria

Progetto “Zero Footprint”: conclusa la prima attività nel Parco delle Orobie fotogallery

Protagonisti gli studenti dell'istituto "Leonardo Da Vinci", che hanno partecipato a diverse iniziative a difesa e a sostegno della natura.

Più informazioni su

È stato ufficialmente avviato i il progetto “Zero Footprint”, presentato dall’Istituto “Leonardo Da Vinci” per la XVII edizione di Bergamo Scienza, grazie alla partecipazione dei suoi ragazzi a diverse iniziative a difesa e a sostegno della natura.

Ne sono esempi le due giornate trascorse al rifugio Marelli al Coca e dintorni: hanno raggiunto il rifugio da Valbondione, durante il tragitto si sono impegnati nella manutenzione dei sentieri, hanno partecipato ad un incontro formativo riguardante la flora, la fauna e la biodiversità presenti nel Parco delle Orobie Bergamasche. Hanno affrontato lunghe e faticose camminate ripagate dagli affascinanti paesaggi montani da cui erano circondati senza la distrazione di telefoni cellulari, per immergersi nella natura e viverla a 360°.

Zero Footprint

Il progetto tratterà come argomento principale la materia plastica, il suo impatto ambientale ed il suo riciclo, ma non solo: oltre a presentare l’intero processo di riciclaggio e la realizzazione di Bioplastica tramite l’utilizzo di ortaggi a Km0, i nostri studenti saranno anche promotori di un’azione di sensibilizzazione verso la sostenibilità ambientale, in particolare negli ambienti montani, tesori del nostro territorio. Per poter raggiungere questo obiettivo il nostro Istituto sta partecipando al progetto “Save the Mountains” del CAI di Bergamo, lanciato in collaborazione con il gruppo Alpini bergamasco e l’Osservatorio della Montagna della Provincia di Bergamo, nell’ambito del quale sono state organizzate le due giornate nel Parco.

Il cuore del progetto sarà rappresentato dalla manifestazione in programma per domenica 7 luglio, che vedrà protagonisti i principali rifugi del territorio orobico dove si potranno trovare i “Libri della Sostenibilità”, uno strumento che contiene le proposte ed i valori a difesa dell’ambiente proposti dal CAI e che raccoglie le osservazioni e le idee di chi vorrà collaborare al progetto. I nostri studenti parteciperanno ovviamente all’evento, dando il loro supporto ed il loro contributo alla sua realizzazione.

Le testimonianze dei ragazzi, le fotografie e video raccolti fungeranno da introduzione al nostro laboratorio, mentre la parte pratica riguardante l’intero processo di riciclaggio della materia plastica, dal suo smistamento per tipologia al processo di lavorazione per il riciclo, sarà reso possibile grazie alla collaborazione con l’azienda Montello Spa.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.