BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bergamo premiata dai turisti: ma deve lavorare sulla durata del soggiorno

Le presenze si dividono in oltre il 55% di italiani e 44% di stranieri: per la durata media della permanenza, però, la nostra provincia è penultima in Lombardia con solo 2,25 giorni a persona.

Più informazioni su

Bergamo, con il suo territorio, risulta preferita dai turisti italiani con il 55,5% degli arrivi.

Lo evidenzia la ricerca ‘Il turismo in Lombardia nel 2018’, realizzata sulla base di dati Istat elaborati da PoliS Lombardia. Appena più bilanciato il fronte delle presenze tra turismo nostrano ed estero, con gli italiani al 55,7% e gli stranieri al 44,3%.

La provincia di Bergamo ha registrato un decremento dell’1,5% del numero di alberghi, nel biennio 2018/2017 e del 4,7% nel triennio 2018/2015. Al contrario, il comparto extralberghiero è cresciuto del 20,8% nel biennio 2018/2017 e del 110,8% nel triennio 2018/2015.

In tema di disponibilità di posti letto, Bergamo è in media con il resto della Lombardia (15) attestandosi a 15,5 posti letto su 1.000 residenti.

Bergamo si piazza invece quintultima per dimensione della ricettività alberghiera con 49 posti letto in media per gli alberghi e 11 posti letto nel settore extralberghiero.

Più che raddoppiata in tre anni, secondo la ricerca di PoliS, la disponibilità di case e alloggi per vacanze nella provincia di Bergamo: se nel 2015 erano censite 373 unità per un totale di 2526 posti letto, nel 2018 queste sono diventate 1150 per un totale di 7294 posti letto, con una crescita di 777 unità e 4768 posti letto.

Per la durata media del soggiorno Bergamo si piazza in fondo alla classifica (penultima, prima di Mantova) con 2,25 giorni a testa.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.