BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Accademia Carrara, la Madonna col Bambino trasloca a Torino

Nel periodo natalizio la "Madonna di Alzano", capolavoro del pittore Giovanni Bellini, sarà esposto allo spazio Trentacinque del grattacielo Intesa Sanpaolo di Torino

Più informazioni su

La “Madonna di Alzano”, opera di straordinaria qualità di Giovanni Bellini, trasloca a Torino. La tavola dell’Accademia Carrara che Berenson nel 1903 giudicava “uno dei più bei dipinti di Bellini” e ci presenta un meraviglioso esempio di iconografia tradizionale della Madonna con il Bambino, nel periodo natalizio verrà ospitata nello spazio Trentacinque del moderissimo grattacielo Intesa Sanpaolo di Torino.

Nell’immaginario popolare Giovanni Bellini è considerato il più noto e amato pittore di Madonne. L’opera, che raffigura Maria con uno sguardo intenso e meditativo rivolto al figlio, andrà nel capoluogo piemontese per la rassegna “L’Ospite illustre” che si pone l’obbiettivo quello di far apprezzare, all’interno delle sedi delle banche e delle Gallerie d’Italia, le grandi opere della storia dell’arte.

“Si tratta di un prestito eccezionale -ha detto Michele Coppola, Executive Director, Arte Cultura e Beni Storici della Banca presentando l’iniziativa – in quanto il dipinto, per la straordinaria qualità, solo in rarissime occasioni ha lasciato la propria sede. È stato scelto anche perché andrà a dialogare con la mostra su Mantegna organizzata in contemporanea a Palazzo Madama”.

L’opera del pittore rinascimentale che per tutta la vita ha indagato il tema dell’amore tra Madre e Figlio in modo fortemente spirituale è chiamata in diversi modi per via delle sue vicende collezionistiche: Madonna Agliardi, Madonna Morelli o Madonna di Alzano. Attestata in terra bergamasca fin dal 1648, l’opera – destinata alla devozione domestica – fu probabilmente commissionata al pittore dall’architetto e ingegnere idraulico Alessio Agliardi che la portò in seguito a Bergamo.

Sempre nell’ambito della rassegna “L’Ospite illustre”, prima della “Madonna col Bambino”, il grattacielo ha ospitato la splendida “Adorazione dei pastori” di Juan Bautista Maíno, tra i più grandi nomi della pittura spagnola del Seicento. Il capolavoro che lo scorso anno, in quindici giorni, ha visto la presenza di oltre 11.400 visitatori, in prestito dal Museo Statale Hermitage di San Pietroburgo, raffigura il momento in cui un gruppo di pastori e angeli adorano il Bambino Gesù.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.