BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ubi Top Private: i 27 centri presenti in Italia gestiscono asset per 36 miliardi

UBI Top Private, Divisione di UBI Banca dedicata al Private Banking e tra gli operatori leader del mercato italiano, ha riunito giovedì 20 giugno a Palazzo Mezzanotte i propri Private Relationship Manager e le prime linee della Banca per fare il punto sui primi due anni di attività

Più informazioni su

A Palazzo Mezzanotte, sede di Borsa Italiana a Milano, giovedì 20 giugno si è svolto l’incontro “Top Private Vision”, convention annuale di UBI Top Private, divisione di UBI Banca dedicata al Private Banking, attualmente tra i principali operatori nel mercato del Private Banking in Italia per asset gestiti, con soluzioni personalizzate per Clienti con patrimoni superiori al milione di euro.

Alla convention, cui hanno partecipato circa 500 persone del Gruppo, sono intervenuti tra gli altri Victor Massiah, Consigliere Delegato di UBI Banca, Frederik Geertman, Chief Commerial Officer, Elvio Sonnino, Chief Operating Officer, Riccardo Barbarini, Responsabile UBI Top Private e Andrea Ghidoni, Amministratore Delegato di Pramerica.

UBI Top Private è operativa dal 2017, anno in cui, a seguito dell’operazione Banca Unica, sono state concentrate in un’unica Divisione le expertise nella gestione dei grandi patrimoni proprie delle sette banche commerciali confluite nel Gruppo UBI.

UBI Top Private oggi gestisce asset per circa 36 miliardi di euro, è organizzata in 27 Centri Private presenti su tutto il territorio nazionale e conta su una rete di oltre 300 Private Relationship Manager in grado di offrire un servizio di consulenza globale seguendo per i propri Clienti, molto spesso imprenditori, anche aspetti extra finanziari quali l’asset protection e il passaggio generazionale.

“I Clienti con esigenze di tipo “corporate” sono da sempre al centro dell’attenzione delle nostre attività: in Italia siamo stati tra i primi ad intercettare e rispondere a bisogni specifici di famiglie imprenditoriali e aziende familiari” ha dichiarato Riccardo Barbarini, Responsabile UBI Top Private. “In particolare attraverso la struttura di Family Business Advisory, e grazie alle sinergie con il Corporte&Investment Banking di UBI, siamo in grado di individuare soluzioni personalizzate per la protezione, la gestione e lo sviluppo del patrimonio famigliare e aziendale, in cui hanno spesso un ruolo rilevante anche gli asset immobiliari e le attività tipiche della pianificazione successoria. Tra i principali obiettivi della nostra Divisione, riunita proprio per confrontarsi sulle future sfide del settore che vive una congiuntura complessa, eccellere nel valore aggiunto che le risorse professionali di UBI Top Private possono garantire attraverso la vicinanza al Cliente e all’insieme delle sue esigenze, l’individuazione di soluzioni innovative a fabbisogni sempre più sofisticati e un impiego mirato della tecnologia che favorisca la semplificazione dell’operatività”.

L’offerta di UBI Top Private si declina in servizi di Consulenza Evoluta Private e servizi di Family Business Advisory. La Consulenza Evoluta Private, grazie anche all’impiego di una piattaforma tecnologica che permette di monitorare costantemente il livello di rischio condiviso con il Cliente, si articola in tre differenti modelli al servizio della liquidità di aziende e istituzionali e a supporto delle attività di privati, secondo diversi livelli di delega. Il servizio di Family Business Advisory fornisce soluzioni che consentono di soddisfare in modo integrato le complesse esigenze inerenti l’organizzazione, la gestione e la protezione del patrimonio familiare (finanziario, immobiliare e aziendale), la pianificazione successoria, la tutela della qualità della vita delle persone anziane (self caring), dei minori o delle persone con disabilità.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.