BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Covo, incendio in azienda: operaio intossicato finisce ospedale

Ha riportato un'intossicazione per inalazione di fumi che ha richiesto il trasporto al Pronto Soccorso dell'Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo

Più informazioni su

Infortunio sul lavoro a Covo, via Campo Rampino, nella ditta Nastrotex Cufra (produce nastri elastici), verso le ore 10,30 di giovedì 20 giugno.

A causa probabilmente di autocombustione dovuta alle alte temperature si è innescato un principio di incendio in un contenitore di una sostanza chimica (Biossido di tiourea).

E’ intervenuto immediatamente un gruppo di lavoratori per circoscrivere l’incendio, uno dei quali ha riportato un’intossicazione per inalazione di fumi che ha richiesto il trasporto al Pronto Soccorso dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo.

Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco e personale sanitario, oltre che personale tecnico dell’Ufficio PSAL di Treviglio, dell’ATS di Bergamo.

I Vigili del Fuoco hanno concluso lo spegnimento e messo in sicurezza l’area in collaborazione con il personale dell’azienda che ha da subito applicato le procedure interne di emergenza già previste per questi casi.

Sergio Piazzolla, Responsabile Area Specialistica Igiene e Sicurezza del Lavoro – Ufficio Direzione UOS Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro del Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria di ATS di Bergamo, commenta così: “In via generale il materiale infiammabile o che comunque col calore può incendiarsi o evaporare in forma di gas o fumi, è da stoccare e mantenere in ambienti freschi ed arieggiati, rispettando le condizioni indicate dal produttore nella scheda di sicurezza di ciascun prodotto.

E’ inoltre indispensabile che le aziende che manipolano agenti chimici si dotino di procedure e piani di emergenza, mettano a disposizione degli operatori i dispositivi di protezione individuale adatti per le operazioni ordinarie e di emergenza, e gli addetti all’emergenza intervengano nel rispetto delle procedure ( provate e sperimentate nelle esercitazioni periodiche)”.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.